Anche il presidente Enrico Rossi interviene sul ritorno del memoriale italiano di Auschwitz

“Ne abbiamo impedito l’abbandono e la distruzione. I polacchi infatti lo avevano già chiuso fin dal luglio 2011 e avevano imposto la rimozione perché non lo ritenevano rappresentativo. Di fronte a questa prospettiva ci siamo assunti il compito di recuperarlo, trovando una soluzione stabile e partecipando all’operazione necessaria per il trasferimento”.

“Questa decisione l’abbiamo presa per rispondere a quello che riteniamo essere un nostro dovere morale e civico, perché vogliamo mantenere viva la memoria della tragedia, per dotarci di uno strumento importante per svolgere al meglio l’iniziativa che da molti anni portiamo avanti nelle scuole e nella società toscana per far vivere i valori della pace e del dialogo che la nostra Costituzione ci impegna a fare – ha concluso il presidente -. Da questa scelta di collocare il Memoriale nell’area Ex3 di Firenze nascerà un sistema di luoghi e attività culturali e formative che darà vita ad un museo vivo e diffuso sul dramma della Shoah e della guerra aperto a tutti. Un modo per non dimenticare”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Anche il presidente Enrico Rossi interviene sul ritorno del memoriale italiano di Auschwitz Anche il presidente Enrico Rossi interviene sul ritorno del memoriale italiano di Auschwitz ultima modifica: 2015-04-12T00:05:25+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento