Temirkanov-Argerich, supercoppia a Santa Cecilia

Due personalità monumentali insieme a Santa Cecilia per l’appuntamento settimanale della stagione sinfonica: sabato 11 (ore 18), lunedì 13 (20.30) e martedì 14 (19.30) Jurij Temirkanov e Martha Argerich si ritrovano nella sala maggiore dell’Auditorium per proporre un cameo del classicismo viennese (Haydn) e pagine di Šostakovič e Dvořák, emblematiche per le caratteristiche del direttore russo e della pianista argentina.

In apertura la Sinfonia n. 94 “La sorpresa” di Haydn, quella con il celebre colpo di timpani (a sorpresa appunto) che interrompe il flusso ritmico-melodico. Poi il pirotecnico Concerto n. 1 per pianoforte e tromba di Dmitrij Šostakovič, cavallo di battaglia della Argerich, con il giovane e già affermato Giuliano Sommerhalder (classe 1985) alla tromba solista. Infine l’Ottava sinfonia di Antonín Dvořák, forse la più compiuta ed equilibrata del boemo, sicuramente la più celebre, costruita con i suoi più tipici ingredienti: frammenti di tradizione popolare e ampi squarci lirici.

9 su 10 da parte di 34 recensori Temirkanov-Argerich, supercoppia a Santa Cecilia Temirkanov-Argerich, supercoppia a Santa Cecilia ultima modifica: 2015-04-10T01:05:29+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento