Dedicare la prossima edizione dell’Avon Running a Irene Focardi, la cui morte ha scosso profondamente Firenze

È quanto ha chiesto la commissione cultura e sport al termine della seduta che ha visto la partecipazione degli organizzatori della manifestazione Avon Running 2015, giunta alla sua quarta edizione e in programma il 19 aprile. Presenti alla seduta l’assessore allo Sport Andrea Vannucci, la presidente del consiglio comunale Caterina Biti, Cristina Quintini di Avon, Diego Petrini di Firenze Marathon, Petra Filistrucchi dell’Associazione Artemisia.

“Anche quest’anno torna un appuntamento importante per la nostra città che coniuga sport e impegno sociale – sottolinea la presidente della commissione Maria Federica Giuliani -. L”Avon” è la corsa delle donne contro la violenza, che quest’anno per la prima volta si apre anche agli uomini. L’intero ricavato della manifestazione andrà anche quest’anno a sostegno dell’associazione Artemisia e del centro giovanile Don Mazzi. E’ noto infatti come attraverso lo sport e la corsa in particolare si possano trasmettere valori importanti e messaggi di solidarietà”.

Inoltre, per premiare la partecipazione dei tanti che arriveranno in città il sabato prima della corsa, è stato previsto l’ingresso gratuito in tutti i musei civici a chi si presenterà con il pettorale.

Dalle ore 14 di sabato 18 aprile sarà possibile anche visitare il Villaggio Avon in Piazza Santa Croce, fare iscrizioni, così come ritirare il pacco-gara. Le iscrizioni saranno possibili anche presso Firenze Corre in Piazza Duomo, mercoledì 15 aprile alle ore 19.

E in ricordo di Irene Focardi la giunta, la presidente del consiglio e la commissione cultura e sport parteciperanno alla corsa.

9 su 10 da parte di 34 recensori Dedicare la prossima edizione dell’Avon Running a Irene Focardi, la cui morte ha scosso profondamente Firenze Dedicare la prossima edizione dell’Avon Running a Irene Focardi, la cui morte ha scosso profondamente Firenze ultima modifica: 2015-04-10T01:05:24+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento