A scuola in ritardo? Colpa delle fiabe

Domenica 12 aprile alle ore 17, il palco del Teatro Spazio Bixio di Vicenza ospiterà, per la rassegna “Vola e teatro!” dedicata a bambini e famiglie, la storia animata “Ehi, sei sempre in ritardo!” con Anna Farinello e Alessandra Niero di Theama Teatro.

La divertente storia parla di Marianna, bimba ritardataria che arriva sempre in classe quando la campanella è già suonata. Non si sveglia? Non ha voglia di andare a scuola? Nulla di tutto questo: Marianna ci spiega i buffi perché dei suoi ritardi. Con una disinvoltura da grande attrice e una faccia tosta di prima categoria Marianna riesce a giustificare i suoi ritardi accusando i personaggi delle favole più famose che, secondo i suoi racconti, la coinvolgono suo malgrado all’interno delle loro storie, ci racconta le fiabe più note attraverso le sue avventure all’interno di esse, sperando inutilmente di farsi credere dalla maestra, ma riuscendo perfettamente a divertire il pubblico di grandi e piccini che la stanno ad ascoltare.

L’evento si inserisce all’interno della nona edizione di “Teatro Elemento”, la stagione della sala off del Comune di Vicenza, affidata dall’Assessorato alla Crescita, per la parte artistica e organizzativa, a Theama Teatro. La rassegna è realizzata con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale e in collaborazione con Rete Veneta Piccoli Spazi Teatrali, TvA Vicenza e Biblioteca Civica Bertoliana.

Con l’appuntamento di domenica si conclude l’edizione di “Vola a teatro!” 2014-2015. Con questa stagione per famiglie Theama sottolinea la propria vocazione anche all’intrattenimento dei più giovani, frutto della ricerca e dell’approfondimento effettuato dalla compagnia nel settore del teatro ragazzi. La rassegna è stata apprezzata dal pubblico delle famiglie che è accorso numeroso a tutti gli appuntamenti proposti.

9 su 10 da parte di 34 recensori A scuola in ritardo? Colpa delle fiabe A scuola in ritardo? Colpa delle fiabe ultima modifica: 2015-04-05T00:16:16+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento