Lucca, modifiche temporanee alla viabilità

Al fine di eseguire i lavori per la riparazione del condotto stradale posto a centro strada in un tratto di via Fillungo, nei pressi dell’intersezione con Piazza S.Maria, il Comune di Lucca ha emanato una specifica ordinanza di modifiche temporanee alla circolazione. L’intervento si rende necessario a seguito della rottura del condotto delle acque reflue e delle acque piovane che ha poi causato infiltrazioni ad alcune cantine.

Dalle ore 8.30 di martedì 7 aprile alle ore 18 di venerdì 17 aprile (la strada potrà essere riaperta prima se i lavori termineranno in tempi più brevi rispetto a quanto previsto) sarà istituito il divieto di transito in Via Fillungo nel tratto compreso tra l’intersezione con Piazza S.Maria e quella con via dei Carrozzieri. Viene inoltre istituito l’inversione del senso di marcia in via dei Carrozzieri con direzione di marcia consentita ovest-est, via della Cavallerizza – Via Fillungo. L’ordinanza dispone anche il divieto di sosta con rimozione coatta 0/24 in via dei Carrozzieri su ambo i lati dell’intero tratto e in 2 stalli per residenti posti nello slargo a margine di via della Cavallerizza nel tratto antistante il numero civico 23.

Per quanto riguarda il servizio di trasporto pubblico si prevede la modifica parziale della linea “LAM rossa” nel tratto compreso tra Piazza S.Maria e la Madonna dello Stellario (nuova percorrenza, andata: S.Vito…. Piazza S.Maria – via del Gonfalone – via Michele Rosi – via del Fosso – Madonna dello Stellario… Chiasso – S.Concordio).

Tutti coloro in possesso del permesso per attraversare il varco posto all’inizio di via Fillungo entrando da Porta S.Maria, potranno seguire il percorso alternativo che prevede, svoltando a destra una volta entrati in Piazza S.Maria, in via dei Carrozzieri.

9 su 10 da parte di 34 recensori Lucca, modifiche temporanee alla viabilità Lucca, modifiche temporanee alla viabilità ultima modifica: 2015-04-05T00:16:06+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento