A Pasqua in tanti scelgono l’agriturismo

Sono circa trecentomila gli italiani in agriturismo nel giorno di Pasqua, tipologia di vacanza scelta in misura crescente perché offre l’opportunità di conciliare la buona tavola con la possibilità di stare all’aria aperta avvalendosi anche delle comodità e dei servizi offerti. E’ quanto stima la Coldiretti, sulla base delle previsioni dell’associazione agrituristica Terranostra, nel sottolineare che la scelta di vacanze brevi o di semplici gite fuori porta favorisce la campagna, per mangiare, per fare un scampagnata o per fermarsi più giorni all’insegna del relax. Si torna a scegliere il viaggio a breve raggio anche da realizzare in giornata mentre scendono le presenze degli italiani in Hotel e Pensioni secondo Federalberghi ed i ristoranti fanno segnare un calo dell’11 per cento rispetto allo scorso anno secondo la Fipe.

Per il presidente regionale di Terranostra Basilicata Gennaro Mecca “la scelta della vacanza in agriturismo è anche dettata dalla capacita delle nostre strutture di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo, affiancate dal soddisfacimento della domanda di servizi aggiuntivi, dai programmi ricreativi come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking, alle attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici ma anche corsi di cucina o di orticoltura. Le previsioni meteo infauste non hanno certo aiutato le prenotazioni. I clienti hanno una ulteriore possibilità” – conclude Mecca – “quella di acquistare i prodotti nei tanti punti vendita Campagna Amica sparsi sul territorio, portando a casa propria la genuinità dei posti e delle tradizioni sperimentate”.

9 su 10 da parte di 34 recensori A Pasqua in tanti scelgono l’agriturismo A Pasqua in tanti scelgono l’agriturismo ultima modifica: 2015-04-04T01:33:06+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento