Discarica Matera simbolo sconfitta amministrazione comunale

“Più volte in passato gli attivisti materani del M5S hanno evidenziato e sottolineato l’importanza di risolvere la questione della discarica de La Martella con ragionevole anticipo, ed è francamente incomprensibile come si sia potuta raggiungere l’attuale condizione di emergenza – dovuta al termine imminente dei metri cubi residui – prima di giungere anche solo ad una seria discussione del problema.

Il 1 aprile – si legge nella nota del M5S materano – si è tenuta a Potenza la riunione dell’Osservatorio Regionale dei rifiuti, che – che ha determinato in due settimane la durata massima di autonomia della discarica materana, dopodiché, lo spazio a disposizione terminerà e il conferimento dei rifiuti dovrà cessare per forza di cose.

Come in qualsiasi emergenza, ora il rischio è quello di accettare soluzioni posticce e provvisorie (che poi rischiano di diventare definitive), anziché studiare una soluzione definitiva ed a lungo termine che per il M5S rimane la “strategia Rifiuti Zero”, come sostenuto da tempo e in più occasioni. La strategia Rifiuti Zero non aiuterà spostare i rifiuti dal nostro “giardino” a quello dei nostri vicini di casa, perché presto o tardi il problema si presenterà nuovamente. E’ solo attraverso l’applicazione delle tre “R” – ovvero Riduzione della mole di rifiuti prodotti, Riutilizzo delle merci (e quindi eliminazione dell’usa e getta) e adeguate strategie di Riciclo – che la questione rifiuti può essere risolta in modo definitivo e consono ad una futura Capitale Europea della Cultura; nel rispetto del magnifico territorio che abitiamo e della salute dei nostri stessi figli.

Sotto questo aspetto, e in verità sotto molti altri, Matera e i materani meritano molto di più”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento