Vicenza, lavaggio delle strade comunali divieto di sosta temporaneo lungo le vie interessate

Vicenza stradeInizia da lunedì 23 marzo un servizio sperimentale di pulizia straordinaria delle strade con istituzione del divieto di sosta con rimozione lungo le vie interessate dal lavaggio.

“Liberare completamente la strada dalle auto in sosta consentirà di effettuare una pulizia adeguata utilizzando al meglio i mezzi di Aim Ambiente – precisa l’assessore alle progettazione e sostenibilità urbana Antonio Dalla Pozza -. Il divieto di sosta, istituito per un periodo limitato, non costituirà un particolare disagio per i cittadini che, anzi, troveranno una strada pulita sin sul bordo del marciapiede. Stiamo valutando inoltre di apporre una segnaletica fissa riportante il giorno del lavaggio strade e quindi il divieto di sosta per i veicoli in alcune zone della città, analogamente a quanto già realizzato in viale Milano”.

Lungo le vie interessate dalla pulizia il giorno precedente verranno installati i cartelli di avviso che riporteranno gli orari di divieto di sosta con rimozione.

La nuova modalità prenderà il via lunedì 23 marzo ed interesserà le vie Manzoni, Parini, Baretti e Ariosto dove non sarà possibile parcheggiare dalle 9 alle 12. Il 25 marzo si passerà a via Gioberti, Gozzi, Aleardi, Castelfidardo, con divieto dalle 9 alle 12 e viale Eretenio dalle 21 alle 3. Dalle 9 alle 12 il divieto interessa il 26 marzo via Prati, San Martino, Bedeschi, Cimone, il 27 marzo via Rossini, Battaglione Valleogra e Sant’Agostino. In tutte queste via si interverrà, in prima battuta, sul lato della strada con i civici pari. L’intervento proseguirà anche nei prossimi mesi sulle altre strade cittadine.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, lavaggio delle strade comunali divieto di sosta temporaneo lungo le vie interessate Vicenza, lavaggio delle strade comunali divieto di sosta temporaneo lungo le vie interessate ultima modifica: 2015-03-22T00:25:30+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento