Roma, la rinascita del tempo un cachi per ricordare la bomba atomica su Nagasaki

Un albero come simbolo di memoria, rinascita e di impegno per la costruzione di un futuro di pace. Ed è un cachi, gemello di quello sopravvissuto allo sganciamento della bomba atomica di Nagasaki nell’agosto del 1945, che viene messo a dimora – nell’ambito del progetto internazionale The revive time Kaki Tree Project – nei giardini del Dipartimento Istituto Italiano di Studi Orientali – ISO, Università di Roma La Sapienza (via Principe Amedeo 184).

Alla cerimonia, che si tiene oggi venerdi 20 alle 12.30, partecipano il Presidente dell’Associazione Respiro Verde Legalberi, Massimo Livadiotti, il Presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi, il Direttore dell’ISO Matilde Mastrangelo; il Presidente Commissione Ambiente, Athos De Luca; l’Ambasciatore del Giappone, S.E. Kazuyoshi Unemoto e l’assessore all’Ambiente Estella Marino.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin