100 studenti di Piombino al Mercato Centrale di Livorno per imparare a fare le roschette

roschetteOggi un centinaio di studenti dell’Isis  Piombino parteciperanno (un gruppo alle 9.30,un gruppo intorno alle 11), al Mercato Centrale, a un laboratorio per la realizzazione di roschette, tipico snack livornese di origine ebraica sefardita. Martedì 24 alle 11 sarà la volta una trentina di ragazzi delle medie “Bartolena” di Livorno.

Riprende infatti il progetto Saperi e Sapori, realizzato dalla coop. Amaranta Service in collaborazione con la Comunità ebraica di Livorno, la Direzione del Mercato Centrale e gli esercenti, i quali nel corso della precedente edizione hanno dato prova di grande disponibilità coniugando l’attività mercatale a una grande ospitalità.
E’ un progetto di valorizzazione del territorio, della storia e delle tradizioni livornesi, che ruota intorno al profumo e al sapore di un cibo. Quindi agli studenti viene offerto un vero e proprio percorso esperienziale.

Oltre a partecipare al laboratorio al Mercato, gli studenti visiteranno la Sinagoga di Livorno, uno dei più interessanti esempi di architettura religiosa moderna, ispirata allo stile razionalista.
Qui l’autore Angelo Di Castro utilizzando forme geometriche, materiali semplici, vetri colorati, aperture e fessure ha realizzato un tempio di luce, mutevole con le stagioni e con lo scorrere delle ore, e ripercorreranno, attraverso la visita guidata, la storia di Livorno dalla sua fondazione ad oggi e parallelamente la storia della comunità ebraica livornese scoprendo come  tante tradizioni livornesi culinarie, lessicali, di costume provengono proprio da questa importante presenza ebraica sefardita. Saranno anche guidati nell’approfondimento dell’edificio dal punto di vista architettonico, stilistico, simbolico e nella sua funzione religiosa.

Dopo la Sinagoga, visita del Mercato che con la sua maestosità, la sua architettura che coniuga il bello e l’utile, ma soprattutto con i suoi profumi, colori, vocii, rappresenta il sancta sanctorum della livornesità.

Qui potranno girare tra le varie botteghe ed acquistare i prodotti necessari per preparare le roschette. Intanto ammireranno il Salone del pesce, i negozi dei baccalaioli, che riescono a ricavare dagli stoccafissi seccati ai venti nordici polpe bianche e carnose, gli ostricai con le loro tinozze piene di vongole, zighe, cozze. Ci fermeremo dai venditori di granaglie, che espongono nei sacchi di iuta presidi toscani,  dall’ovaiolo che vende ogni tipo di uova: di gallina, di oca, di struzzo, di quaglia. Incontreranno  al centro la macelleria Kasher, che vende la carne per gli Ebrei, l’orologiaio che accomoda gli orologi, i norcini, i pastai, la torrefazione.  Nel salone della Gabbrigiane, Jael,  la cuoca della comunità ebraica li attende per una vera e propria lezione di cucina. Jael impasterà di fronte agli studenti gli ingredienti necessari per la preparazione delle roschette e consegnerà ad ogni studente l’impasto necessario per prepararle, mettendo su un cooking show.

A conclusione degustazione delle roschette preparate da Jael: quindi da un sapore, una storia.

9 su 10 da parte di 34 recensori 100 studenti di Piombino al Mercato Centrale di Livorno per imparare a fare le roschette 100 studenti di Piombino al Mercato Centrale di Livorno per imparare a fare le roschette ultima modifica: 2015-02-23T00:05:21+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento