Parma, da Langhirano 3.420 euro per l’Abracadabra

Ammonta a 3.420 euro l’importo che è consegnato dal vice sindaco del Comune di Langhirano Daniela Conti e dall’assessore allo sport e politiche giovanili del Comune pedemontano, Anthony Monica, al vicesindaco del Comune di Parma Nicoletta Paci, con delega alla scuola e servizi educativi, per il recupero della scuola dell’infanzia Abracadabra fortemente compromessa a seguito dell’alluvione del 13 ottobre scorso, quando le acque limacciose del torrente Baganza invasero completamente l’edificio scolastico provocando gravi danni.

Si tratta di un atto di solidarietà frutto dell’impegno di diverse associazioni del comune pedemontano partendo dal Gruppo Alpini che ha organizzato una cena benefica collaborando con le associazioni giovanili del territorio e con diverse realtà produttive locali che hanno messo a disposizione prodotti e alimenti per la serata benefica. Al momento della consegna dei fondi erano presenti rappresentanti delle diverse realtà che hanno reso possibile l’iniziativa.

Il contributo è stato accolto con particolare gratitudine dalla vicesindaco Nicoletta Paci che ha preannunciato che la riapertura del plesso scolastico è prevista per la fine del mese di marzo. La situazione della scuola post alluvione è stata illustrata agli intervenuti attraverso una serie di diapositive dalla coordinatrice pedagogica dell’Abracadabra Daniela Morini, affiancata dalla responsabile della struttura operativa scuole d’infanzia Rossana Allegri e dal dirigente dei servizi educativi Roberto Barani.

“Si tratta di un gesto di generosità molto apprezzato – ha precisato la vicesindaco Nicoletta Paci – che si unisce alle azioni di solidarietà che sono state portate avanti, nel corso del tempo, da diversi soggetti, che ringraziamo di cuore”.

Oltre al contributo dei langhiranesi, infatti, sono stati raccolti altri 3 mila euro frutto della donazione di singole persone, enti, aziende e associazioni tra cui: Laura Mazzari, il Coro voci della Valgotra di Albareto, Fials Cisal di Parma (Spettacolo), l’Ambito territoriale di caccia, la società Smb – Gallowey, Simona Turci, Tulilè di Daria Padovani, Conad – Anmic, Ludobimbo, Circolo ricreativo culturale Famija Alberese di Alberi, Franca Teresa Abbruscato dell’Istituto Comprensivo Manzoni e Don Bosco di Rannusa – Agrigento e la parrocchia di Campobello di Licata.

Lascia un commento