Bisogna essere molto concreti, dare alla libertà il suo peso ma anche il suo limite

“La libertà è il mezzo, la verità è il fine”. Il concetto è stato espresso dall’arcivescovo di Campobasso-Bojano e Presidente della Commissione Cei per il Lavoro Giustizia, Pace e Creato, monsignor Giancarlo Bregantini, a proposito degli attentati di Parigi, in un passaggio del suo intervento al convegno di Termoli promosso dalla diocesi di Termoli-Larino sul messaggio di Papa Francesco per la 48/a Giornata Mondiale della Pace “Non più schiavi ma fratelli”.

“Bisogna cambiare metodo, non attaccare nessuna realtà religiosa, non solo l’Islam, ma anche il Buddismo, il mondo cristiano, cattolico, i papi, perché la libertà non è mai assoluta ma sempre finalizzata alla verità” è un altro passaggio dell’intervento di Bregantini che ha invitato a passare dalla “satira”, alla “stima” reciproca.

Lascia un commento