A marzo al via Unione Comuni area Noce-Sinni-Mercure

“Abbiamo fugato gli ultimi dubbi e perplessità in un clima schietto ma sereno e alla fine siamo giunti ad un’intesa politica definitiva sulle funzioni che condivideremo nella futura Unione dei nostri Comuni e sulla road map che ci porterà all’approvazione dello Statuto”. E’ questo il commento del sindaco di Lauria Gaetano Mitidieri al termine dell’incontro, tenutosi in queste ore nella sede municipale di Palazzo San Giovanni, in cui hanno preso parte i primi cittadini della costituenda Unione dei Sette Comuni dell’area Noce-Sinni-Mercure che hanno firmato nei giorni scorsi il Protocollo di intesa verso la costituzione del nuovo soggetto politico-istituzionale.

Dopo aver già definito in linea di massima, nelle scorse sedute, i principi fondamentali del nuovo soggetto (denominazione natura giuridica e territorio, finalità dell’Unione, obiettivi programmatici, principi e criteri generali d’azione, possibilità di dotazione di sede, stemma e gonfalone, durata e modalità di adesione, recesso e scioglimento dell’Unione), i sindaci chiariscono quali saranno le funzioni condivise del nuovo ente.

Oltre a quelle già comprese nel Centro servizi locale (catasto, pianificazione territoriale, protezione civile, ICT), le nuove funzioni dell’Unione saranno: la pianificazione socio-economica; la programmazione dello sviluppo economico e produttivo; la difesa del suolo e tutela dell’ambiente; i trasporti locali (Tpl); la cultura/cooperazione/istruzione/formazione; la conservazione e valorizzazione patrimonio forestale; le aree protette e tutela del paesaggio; le attività turistiche; i beni culturali; i servizi sociali; la polizia municipale.

Nell’intesa sulle funzioni condivise nel nuovo soggetto ma i cui dettagli sono rimandati ad una definizione successiva rientrano anche la stazione unica appaltante e la stazione unica di committenza. E soprattutto i rifiuti, la cui gestione sarà affidata all’Unione non appena sarà sbloccata la piattaforma di trattamento di Carpineto.

Per il battesimo del nuovo soggetto politico-istituzionale i tempi saranno serrati. “Entro 15 giorni – fa sapere il sindaco Mitidieri – l’Unione chiederà un confronto con la Regione, in particolare con chi sta redigendo le Linee Guida, per proporre eventualmente modifiche rispetto alle esigenze emerse. Inoltre, entro 30 giorni, organizzeremo un convegno pubblico sulle problematiche dell’Unione con esperti nazionali e in collaborazione con la Regione Basilicata. L’obiettivo è quello di arrivare all’appuntamento con l’ufficializzazione dello Statuto. Infine – spiega il primo cittadino lauriota – entro 60 giorni prevediamo l’ok allo Statuto da parte dei Consigli comunali dei Sette Comuni”.

Il nome del nuovo ente? “Sarà deciso da un concorso interno tra i Sette”, conclude Mitidieri.

Lascia un commento