Indennità compensative per aziende montane

Sono 1170 le aziende agricole lucane che riceveranno gli aiuti previsti dalla Misura 211 relativa alle “Indennità compensative svantaggi naturali a favore degli agricoltori zone montane” del Programma di sviluppo rurale 2007-2013.

L’importo messo a disposizione dalla Regione Basilicata ammonta a 3,5 milioni di euro. L’elenco dei beneficiari della graduatoria provvisoria è stato pubblicato sul Bur n. 49 del 31 dicembre 2014. Lo comunica l’assessore regionale alle Politiche agricole e forestali, Michele Ottati, il quale fa presente come “il provvedimento è finalizzato alla lotta allo spopolamento e al mantenimento delle aziende nelle zone di montagna ed è orientato al sostegno delle aziende che seguono le regole della condizionalità”.

Le indennità compensative saranno erogate alle aziende appartenenti a zone montane come contenuto nell’articolo 50 del Regolamento Comunitario 1698/2005, oltre che agli imprenditori che hanno il possesso o la conduzione delle superfici per le quali è stato richiesto l’aiuto secondo quanto previsto dalla misura. Il beneficio è concesso alle aziende con un’estensione minima di due ettari di superficie agricola utilizzata. Le aziende si impegneranno per almeno cinque anni a continuare nell’attività, dal primo pagamento aiuto economico ricevuto. L’indennità dell’aiuto parte dai 200 euro a ettaro per le aziende comprese tra i 2 e i 5 ettari. Mentre per le aziende superiori ai 20 ettari rimangono 200 euro sino ai primi 5 ettari, 150 euro sino ai 10 ettari, 100 euro per la superficie sino ai 20 ettari, e 50 euro per la superficie rimanente.

9 su 10 da parte di 34 recensori Indennità compensative per aziende montane Indennità compensative per aziende montane ultima modifica: 2015-01-10T00:02:54+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento