In uscita Cattivi maestri, l’ultimo album degli Aeguana Way

A tre anni dal precedente lavoro discografico in uscita “Cattivi maestri”, il nuovo album della band lucana Aeguana Way. L’ultimo disco racconta di generazioni cresciute seguendo esclusivamente il mito dell’apparenza. I cattivi maestri sono i consigli sbagliati, i cliché di ciò che è considerato un percorso ideale. Un sound rock degli anni ’90 dalle influenze elettroniche impreziosito dalle collaborazione di Paolo Pischedda (Maria Sui Tubi) con tracce di piano su due brani dell’album, Francesco Parente eccellenza nella musica classica e Marco Di Nardo al sintetizzatore.

La band alternative rock nasce nel 2005 a Brienza, nello stesso anno l’uscita del loro primo lavoro in studio, una autoproduzione dal titolo “La Fase criminale. Il primo disco ufficiale con “Cambio pelle” prodotto dalla Real Tone Music Lab di Napoli uscito nel 2009. Con “Mediazione” seconda release della band nel 2011 in versione gratuita sul web che in poco meno di un anno è stato ha ottenuto 4mila download. Nel 2012 arriva per la band lucana il primo riconoscimento con il contest nazionale Saila Vibes Music contest, con il videoclip del singolo “Essere umano” che li vede protagonisti n un mini tour accanto agli “LnRipley” a Salerno, Roma e Milano. Nel 2013 partecipano ed entrano nella rosa dei finalisti di un altro contest internazionale “1M Festiva” al concerto del Primo Maggio classificandosi quarti su circa settecento band di tutta Italia. Tra il 2013 e il 2014 il terzo e ultimo album “Cattivi Maestri” Il disco registrato tra Milano e Ferrara con la produzione esecutiva di Donato Pepe storico fonico della band D. “Pata” e produzione artistica di Manuele Fusaroli. Il disco edito dalla Warning Record per la distribuzione digitale sui principali stores on line.

9 su 10 da parte di 34 recensori In uscita Cattivi maestri, l’ultimo album degli Aeguana Way In uscita Cattivi maestri, l’ultimo album degli Aeguana Way ultima modifica: 2014-12-23T00:04:20+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento