Roma, Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari, il Tar respinge richiesta di sospensiva

rimozioni abusiviIl Tar del Lazio ha rigettato la richiesta di sospensiva del nuovo Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari (Prip) varato a giugno dall’Assemblea Capitolina.

In una nota congiunta, il sindaco Ignazio Marino e l’assessore capitolino alla Roma Produttiva, Marta Leonori, hanno dichiarato di aver rimodulato nel segno della legalità e del decoro l’offerta di spazi pubblicitari presente in città e che “Il 60% delle imprese del settore di Roma ha già aderito spontaneamente alle nuove direttive, confermate dal Tar del Lazio, che impongono di ridurre gli impianti dalla misura di 4 x 3 metri a quella di 3 x 2 metri. Per tutte le aziende che ancora non si sono adeguate alle nuove normative, il termine per modificare la cartellonistica è stato posticipato dal 31 gennaio al 20 maggio 2015, come segno della volontà di apertura al dialogo con le realtà economiche cittadine. Rimangono per il resto confermate tutte le norme compresa la scadenza delle concessioni e autorizzazioni al 31 dicembre o comunque all’esito delle gare che saranno pubblicate nel 2015”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari, il Tar respinge richiesta di sospensiva Roma, Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari, il Tar respinge richiesta di sospensiva ultima modifica: 2014-12-22T00:08:01+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento