Stato agitazione mensa scolastica Lagonegro

La Fisascat Cisl ha proclamato lo stato di agitazione del personale addetto al servizio di mensa scolastica di Lagonegro. Lo rende noto il segretario generale Aurora Blanca che – si legge in un comunicato – giustifica la scelta del sindacato con il mancato pagamento alle 12 lavoratrici delle mensilità di ottobre e novembre e della tredicesima da parte della cooperativa Quadrelle 2001.

“La Fisascat chiede alla cooperativa, che gestisce il servizio in regime di proroga e affidamento diretto per conto del Comune, l’immediato pagamento delle spettanze arretrate e, in caso contrario, che sia lo stesso Comune di Lagonegro, in quanto stazione appaltante, a farsi carico dei pagamenti, così come previsto dalla legge. Il sindacato ha chiesto inoltre al prefetto di Potenza di convocare le parti per una rapida risoluzione della vertenza”.

“Se la cooperativa Quadrelle 2001 non è nelle condizioni di assicurare il rispetto dei termini di pagamento – spiega Blanca – è bene che il Comune paghi direttamente le lavoratrici e proceda rapidamente alla pubblicazione del nuovo bando di appalto”. Storia tormentata quella delle mense scolastiche della cittadina lucana. Lo scorso anno, infatti, – conclude la nota sindacale – le lavoratrici incrociarono le braccia per denunciare il peggioramento delle condizioni lavorative dopo il passaggio del servizio dalla Puliedil alla cooperativa Quadrelle 2001.

9 su 10 da parte di 34 recensori Stato agitazione mensa scolastica Lagonegro Stato agitazione mensa scolastica Lagonegro ultima modifica: 2014-12-18T00:03:10+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento