Napoli Città Natale Tre grandi mostre

Sono visibili in giro per la città i teloni retroilluminati con la nuova campagna visiva istituzionale che l’assessorato alla Cultura e al Turismo ha voluto dedicare alla promozione delle grandi mostre di Natale.

Napoli Città Natale – Tre grandi mostre, è il titolo della campagna realizzata dagli allievi dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli del triennio in graphic design sulla scia di una consolidata collaborazione istituzionale tra Comune e Accademia.

“Desidero ringraziare gli allievi che in questo caso hanno firmato le opere quali visual design, Simona Motta e Mattia Labadessa. Attraverso la creatività dei nostri giovani valorizziamo la ricca offerta culturale a Napoli per il Natale” dichiara l’assessore Nino Daniele. Le grandi mostre promosse dall’assessorato e oggetto del lavoro grafico sono Shepard Fairey #OBEY, con le opere dello street artist statuniteste tra i più influenti sulla scena contemporanea, in corso al Pan fino al 28 febbraio e organizzata dall’associazione Password Onlus, a cura di Massimo Sgroi. L’esposizione dei tesori artistici di epoca angiona, quando Napoli fu capitale per la prima volta, Ori, argenti, gemme e smalti della Napoli Angioina. 1266-1381, organizzata, nell’ambito del Forum Universale delle Culture, nel Museo del Tesoro di San Gennaro fino al 31 dicembre, a cura di Pierluigi Leone de Castris. Il Bello o il Vero. La Scultura napoletana del secondo Ottocento e del primo Novecento, ricchissima esposizione di circa 250 opere che documentano una stagione artistica partenopea fondamentale per il rinnovamento del gusto dell’epoca verso realismo e impressionismo, realizzata sempre nell’ambito del Forum, con l’ausilio tecnologico del distretto Databenc della Fedetico II, nel Convento di San Domenico fino al 31 gennaio, a cura di Isabella Valente. Approfondimento di un contesto artistico ulteriormente sviluppato dalla mostra in corso in Castel dell’Ovo fino al 10 gennaio L’Italia intatta di Gennaro Della Monica, sulla produzione pittorica di un’artista napoletano-abbruzzese del medesimo periodo storico.

Il Natale a Napoli sarà infine occasione speciale per fruire di numerose altre interessanti esposizioni visitabili in tutta la città grazie all’operosità di tanti organizzatori pubblici e privati.

L’assessorato alla Cultura e al Turismo per promuovere la città e il programma di attività delle festività natalizie si avvale della ormai consolidata collaborazione istituzionale con l’ente napoletano di formazione artistica per eccellenza.

Ancora una volta i giovani studenti del Biennio specialistico di Graphic Design per la Comunicazione Pubblica con il coordinamento del prof. Vincenzo Bergamene e la prof.ssa Enrica D’Aguanno e la collaborazione del prof. Oreste Lanzetta hanno ideato la nuova campagna offrendo il loro sguardo fresco e creativo alla città. Il “segno giovane” è quello di Vincenzo Antonio Grillo e Sonia Ziello, i due allievi vincitori del concorso indetto per la selezione delle immagini.

“Siamo partiti da un concept provocatorio che abbiamo voluto riassumere nello slogan “La città è più giovane di noi”, un modo per incitare alla ricerca e al recupero di un’identità napoletana che è quella contemporanea” dichiara l’Assessore Nino Daniele “un modo per stravolgere l’icona tradizionale legata alla città portando all’evidenza la forte carica creativa e innovativa che soggiace in tutto quanto è made in naples e che talvolta non viene riconosciuta dai suoi abitanti”.

Quindi saranno pastori di terracotta, mandolini, putipù, triccheballacche e caffettiere napoletane i soggetti privilegiati dai giovani artisti, scelti dalla tradizione, per parlare di Napoli e suscitare una nuova emozione. Un segno giovane e innovativo che non prescinde dalla memoria e dalla storia della città analizzandola e decodificandola per andare a ricostruire l’identità del presente.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli Città Natale Tre grandi mostre Napoli Città Natale Tre grandi mostre ultima modifica: 2014-12-12T00:01:53+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento