Bordighera, omicidio del piccolo Semyon la mamma Natalia Sotnikova in carcere

La turista russa è stata portata nel penitenziario di Genova. La donna ha confessato di aver ucciso suo figlio di 9 mesi. Natalia Sotnikova, 40 anni, è accusata di omicidio volontario aggravato da crudeltà.

“L’ho portato al largo, a nuoto, poi l’ho annegato”, ha riferito al pubblico ministero di Imperia. L’omicidio è avvenuto a Bussana di Bordighera dove era in vacanza in un albergo.

Dopo aver visto nel figlio i sintomi della schizofrenia, malattia che aveva afflitto sua madre, lo ha ucciso, ha spiegato la donna.

Lascia un commento