Incontro su opportunità per giovani in agricoltura

Una giornata di studio sulle misure per il ricambio generazionale in agricoltura, contenute nel nuovo Programma di sviluppo rurale 2014-2020, si svolgerà mercoledì 10 dicembre, a partire dalle ore 9,30, nell’Aula Magna dell’Istituto tecnico agrario statale (Itas) “G. Briganti”, in contrada Rondinelle, a Matera. Il seminario è organizzato dall’Istituto in collaborazione con il Dipartimento politiche agricole della Regione Basilicata e il Comitato ex alunni dell’Itas. Dopo il saluto del dirigente scolastico Francesco Di Tursi e del dirigente generale del Dipartimento Politiche agricole Giovanni Oliva, interverranno Giuseppe Montemurro del Comitato ex alunni Itas e Michele Lamacchia del Dipartimento politiche agricole. Concluderà l’assessore regionale Michele Ottati. Coordinerà Filippo Radogna del Dipartimento Politiche agricole. E’ previsto un dibattito con gli studenti.

Attualmente – spiega la nota dell’Itas – ci sono segnali positivi nei riguardi del settore agricolo. Infatti, dal 2008, anno di inizio della crisi economica, le iscrizioni agli istituti agrari e alle facoltà di agraria sono salite in maniera esponenziale (del 39% verso i primi e del 72% verso le seconde). Ciò significa che le nuove generazioni hanno una visione positiva dei green jobs, i lavori verdi, che destano maggiore interesse in un momento di crisi degli altri comparti economici. E’ pertanto necessario riflettere su come garantire l’ingresso dei neodiplomati e neolaureati nel settore. Nel presente seminario saranno pertanto illustrate nei dettagli le concrete opportunità offerte dalla Regione Basilicata a coloro, che dopo gli studi, vorranno utilizzare le competenze acquisite per investire il proprio futuro nel settore primario. L’incontro è aperto anche ai tecnici e agli operatori del mondo agricolo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Incontro su opportunità per giovani in agricoltura Incontro su opportunità per giovani in agricoltura ultima modifica: 2014-12-07T00:05:23+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento