Ravenna, data in sposa a 12 anni per saldare un debito da 30 mila euro

Scambiata per coprire un debito contratto dai genitori. Ceduta in sposa a un connazionale che la prima notte di nozze aveva abusato di lei. Alla fine era riuscita a lasciarlo e, dopo qualche tempo, a raccontare tutto alla Polizia. La vittima è una bambina del Bangladesh, che ora è stata ascoltata davanti al collegio penale del Tribunale di Ravenna. Imputati il padre e la matrigna per maltrattamenti in concorso. E l’ex marito della ragazza per violenza sessuale aggravata e atti sessuali con minorenni.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento