Livorno, un sms al 43002 per segnalare episodi di bullismo e spaccio di droga nelle scuole e nelle vicinanze

Con  un  sms  al  43002  potranno  essere  segnalati  alle  forze  dell’  ordine  episodi  di bullismo o di spaccio di sostanze stupefacenti.

Questa la novità emersa dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica,tenuto  al  Palazzo  del  Governo  dal  Prefetto Tiziana Costantino  con  la partecipazione del Procuratore della Repubblica, dei vertici delle F orze di Polizia, del Vice Sindaco di Livorno,  del  Direttore  scolastico  provinciale,  del  Presidente  dell’Ordine  degli Psicologi della Toscana e del Coordinatore del Dipartimento Dipendenze patologiche dell’USL6 di Livorno. L’incontro si e  svolto allo scopo di  adottare provvedimenti per il contrasto dei fenomeni del bullismo e dello spaccio e consumo di stupefacenti.

Il  numero  sarà  attivo  dal  27  ottobre  2014  e  il  messaggio  dovrà  contenere  all’inizio l’indicazione della provincia nella quale si e  verificato l’evento che si vuole segnalare.

Se  mancherà  l’indicazione  della  provincia  il  sistema  invierà  automaticamente  un messaggio di risposta con il quale sarà richiesta la predetta indicazione.

Con l’invio del messaggio al  numero 43002 verrà disposto  l’intervento delle Forze di Polizia.

Ulteriori strategie verranno sviluppate dal Comune di Livorno, dal Direttore scolastico provinciale,  dal  Presidente  dell’Ordine  degli  Psicologi  della  Toscana  e  dal Coordinatore  del  Dipartimento  Dipendenze  patologiche  dell ‘USL6  di  Livorno  per intraprendere  iniziative  mirate  di  informazione  alle  famiglie,  agli  studenti  ed  agli insegnanti delle scuole medie e superiori della provincia di Livorno.

9 su 10 da parte di 34 recensori Livorno, un sms al 43002 per segnalare episodi di bullismo e spaccio di droga nelle scuole e nelle vicinanze Livorno, un sms al 43002 per segnalare episodi di bullismo e spaccio di droga nelle scuole e nelle vicinanze ultima modifica: 2014-10-26T00:32:51+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento