Moratoria pena di morte, il Campidoglio aderisce alla campagna di Nessuno tocchi Caino

Tra meno di due mesi, a dicembre, l’assemblea generale delle Nazioni Unite esprime per la quinta volta il voto per una moratoria delle esecuzioni capitali, ideata e promossa dall’associazione Nessuno tocchi Caino.

Con il voto dell’Assemblea – atto politico internazionale di straordinaria rilevanza storica e presa di posizione nei confronti dei Paesi che praticano la pena di morte – si compie un ulteriore passo nel cammino del riconoscimento dei diritti umani e verso l’abolizione definitiva della pena di morte dalle leggi degli Stati.

Roma Capitale, con mozione 136 del 9 luglio 2014 votata dall’Assemblea capitolina, aderisce all’iniziativa, promossa dal consigliere Gianluca Peciola e sottoscritta dai consiglieri Battaglia, Cantiani, Cozzoli Poli, D’Ausilio, De Vito, Giansanti, Pomarici e Quarzo, entrando a pieno titolo nella campagna per l’abolizione della pena capitale nel mondo.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin