Roma, nuova scuola elementare di Casal Monastero visita di Ignazio Marino

Il sindaco Ignazio Marino ha visitato il nuovo istituto scolastico di Casal Monastero, in via Poppea Sabina. Presenti gli assessori alla Scuola, Alessandra Cattoi, ai Lavori pubblici, Paolo Masini, e al presidente del IV Municipio, Emiliano Sciascia.

La scuola elementare, in funzione dall’inizio dell’anno scolastico, costruita nell’ambito del Piano di Zona D1, fa parte dell’Istituto Comprensivo “Mahatma Gandhi”.

La struttura è costituita di 15 aule, 4 laboratori, 1 campetto esterno, 1 aula magna e attualmente ospita 4 classi, con circa 100 bambine e bambini. E’ dotata di innovative caratteristiche tecniche: è il primo esempio di scuola con isolatori sismici: 39 dischi posizionati tra le fondazioni e le strutture in elevazione che in caso di terremoto assorbono le scosse; è di classe energetica A; ha infissi in pvc con gas Argon che permettono di minimizzare le dispersioni di calore e dispone di pannelli solari.

“Noi non facciamo miracoli – ha detto l’assessore capitolino alla Scuola, Alessandra Cattoi – non li fa nessuno, ma l’apertura di una scuola, anche fosse solo una classe, è qualcosa di molto importante perché giorno dopo giorno diventa presidio di unità del quartiere e della società civile anche di pomeriggio, è un luogo di riferimento per la comunità della zona. Mi auguro che l’anno prossimo non ci saranno solo quattro sezioni ma una scuola piena, e noi faremo di tutto con il Miur per avere le insegnanti necessarie, spiegando anche che in questa zona non si può chiudere alle 14, perché i cittadini lavorano e quindi si deve dare la possibilità di far restare i bimbi fino alle 16.30. La apriremo tutta, e poi inaugureremo anche la scuola materna”.

L’assessore capitolino ai Lavori pubblici, Paolo Masini, ha dichiarato: “Ora abbiamo una scuola di altissimo livello anche dal punto di vista tecnico. Quest’anno, ha abbiamo investito 49 milioni sulla scuola con interventi in 107 istituti, il totale che la scorsa amministrazione ha speso in 5 anni”.

Il Sindaco si è anche fermato a raccogliere le segnalazioni dei cittadini, incentrate in particolare sul taglio dei bus nella zona, davanti al camper de ‘Lo dico al Sindaco’, parcheggiato davanti alla scuola.

“Un primo problema lo abbiamo risolto – ha detto Ignazio Marino – questa scuola ha aperto e ora abbiamo tutti gli elementi per chiedere al ministero più insegnanti e poter quindi aprire più sezioni. Quest’anno approveremo il bilancio 2015 prima di Natale perché vogliamo programmare quello che vogliamo spendere, e oggi stesso parlerò con l’assessore Silvia Scozzese per trovare in bilancio le risorse per avere qui l’anno prossimo le maestre necessarie e riuscire ad aprire anche la scuola dell’infanzia – a via di Sant’Alessandro – ormai terminata. Dopo questa mattinata – ha concluso il primo cittadino – non me ne vado certo a cuor leggero, ho ascoltato adolescenti che dicono cose giuste e genitori che chiedono diritti per i loro figli: oggi festeggiamo l’avvio di questa scuola, ma sono orgoglioso di avere cittadini come voi che si arrabbiano, ci mettono passione e dicono le cose con forza”.

Lascia un commento