Pd Pisticci su revoca decreto trasferimento Rione Dirupo

“In un momento storicamente importantissimo per l’intera regione Basilicata, con la designazione di Matera a Capitale Europea della Cultura 2019, salutiamo con entusiasmo la revoca del decreto di trasferimento del Rione Dirupo firmato in queste ore dal Presidente della Giunta Regionale, Marcello Pittella. Come è noto, il decreto che stabilì il trasferimento totale dello storico rione pisticcese fu firmato nell’ottobre del 1960 dal Presidente della Repubblica Gronchi, come conseguenza agli eventi franosi che colpirono duramente Pisticci”. Lo sottolinea in una nota il segretario del Partito Democratico di Pisticci, Rocco Negro. “A distanza di mezzo secolo da quegli infausti eventi, il presidente Pittella, acquisito il parere favorevole di tutti i soggetti ed i tecnici coinvolti nelle verifiche, firma un decreto di revoca di quell’antica disposizione di trasferimento, grazie al quale Pisticci potrà e dovrà puntare su un nuovo rilancio turistico e culturale. Per tali motivazioni, ed auspicando che Pisticci sappia ritagliarsi un ruolo importante accanto alla Capitale Matera, per rilanciare la sua immagine nel mondo, l’intero Partito Democratico di Pisticci e Marconia ringrazia il Presidente della Regione Marcello Pittella per la determinazione che ha messo in campo sin dal primo giorno del suo insediamento alla Presidenza della Giunta, inserendo Pisticci tra le sue priorità in agenda. Grazie al Presidente Pittella Pisticci riceve una enorme chance, ottenendo, di fatto, l’autorizzazione a riappropriarsi di uno dei suoi luoghi più belli che, se associati alla sua storia millenaria e alla famosissima opera del Pittore di Pisticci, potrà diventare volano per una nuova forma di turismo possibile che, partendo dalla cultura e dalle sue antiche tradizioni, possa segnare il rilancio di tutto il territorio”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Pd Pisticci su revoca decreto trasferimento Rione Dirupo Pd Pisticci su revoca decreto trasferimento Rione Dirupo ultima modifica: 2014-10-23T00:01:52+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento