Nasce la Carta di Science For Peace di Comune e Fondazione Veronesi

L’educazione alla scienza e alla cultura di pace deve partire prima di tutto dalla scuola e deve essere parte integrante della formazione delle giovani generazioni, fin dalla più tenera età: da questa considerazione nasce la Carta di Science For Peace per la scuola, realizzata dalla Fondazione Umberto Veronesi, promossa dal Comune e presentata a Palazzo Marino dall’assessore all’Educazione e Istruzione, Francesco Cappelli e da Umberto Veronesi, fondatore di Science For Peace.

“Oggi nelle nostre scuole si incontrano bambini e ragazzi che provengono da culture e tradizioni di ogni parte del mondo e, proprio per questo, diventa urgente trasmettere loro il valore della convivenza civile e della pace – ha detto Francesco Cappelli, assessore all’Educazione e Istruzione -. I giovani sono i primi attori del cambiamento verso una società fondata del rispetto dei diritti fondamentali. Ma questo percorso sarà possibile solo se si creano adesso le condizioni, e il compito di indirizzarli su questa strada spetta proprio alla scuola. È qui, che anche grazie a strumenti come questa carta, si crea una cultura di pace per quelli che saranno i cittadini del futuro”.

Obiettivo di fondo della Carta di Science for Peace per la scuola è offrire agli insegnanti un’opportunità didattica che si fonda più sulla valorizzazione di domande che sulla formalizzazione delle risposte, dove conta la volontà di interrogarsi, mettere e mettersi in discussione. Grazie alla collaborazione del Comune di Milano, la Carta, creata originariamente per le scuole superiori, è stata adattata per essere diffusa anche nei nidi, nelle scuole d’infanzia e nelle scuole secondarie di I grado. Dal sito www.fuvperlascuola.it è possibile scaricare la Carta di Science for Peace in formato poster per la classe, la guida didattica per i docenti, le schede didattiche per gli studenti.

Nel 2010 la Fondazione Umberto Veronesi, all’interno del progetto Science for Peace, ha stilato la Carta di Science for Peace, presentata ufficialmente durante la Seconda Conferenza Mondiale di Science for Peace, il 19 novembre 2010. Si tratta di un documento scientifico che riprende e contestualizza i contenuti della Carta di Siviglia, emanata dall’Unesco nel 1989, e che sfata i miti sulla violenza innata e sull’esistenza di specifici “geni dell’aggressività”, grazie ai contributi di scienziati, filosofi e sociologi.

Nel 2011 la Carta for Peace è diventata uno strumento didattico per diffondere una cultura di non violenza, basata su assunti scientifici per la scuola secondaria di secondo grado, grazie al contributo del filosofo della scienza Telmo Pievani che ha elaborato 8 percorsi didattici multidisciplinari. Nel 2013, le pedagogiste e ricercatrici Monica Guerra e Franca Zuccoli dell’Università Bicocca di Milano hanno adattato il documento per la scuola primaria, elaborando dei suggerimenti didattici per i docenti, che prevedono diversi livelli di lettura e di approfondimento. Parallelamente, le 10 dichiarazioni del documento sono state tradotte dall’illustratrice Allegra Agliardi in altrettante immagini rappresentative, provenienti dal mondo umano e animale. Per maggiori informazioni: www.scienceforpeace.it.

“Ci rivolgiamo e coinvolgiamo bambini, studenti e giovani tra i 5 e i 25 anni – commenta il presidente della Fondazione Paolo Veronesi – per avvicinare il mondo della scienza e della formazione, valorizzando le risorse professionali, tecnologiche e scientifiche della scuola e dell’università. Si avvia così un efficace percorso a cascata che parte dai bambini e dai ragazzi coinvolti e prosegue con successivi laboratori peer-to-peer al fine di gratificare, da un lato, gli studenti-maestri con un compito importante e, dall’altro, facilitare e motivare l’apprendimento degli studenti-allievi stimolando anche un comportamento di emulazione”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Nasce la Carta di Science For Peace di Comune e Fondazione Veronesi Nasce la Carta di Science For Peace di Comune e Fondazione Veronesi ultima modifica: 2014-10-22T00:15:22+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento