Milano, convenzione con il Governo l’ex Cie diventa un centro di accoglienza

L’ex centro di espulsione e identificazione di via Corelli diventerà un centro temporaneo per l’accoglienza dei profughi in transito da Milano. La firma della convenzione che riapre le porte della struttura del Ministero dell’Interno con una nuova funzione è avvenuta in Prefettura: a sottoscrivere l’accordo il Sottosegretario del Ministero dell’Interno Domenico Manzione, il Prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca e l’assessore alle Politiche sociali,Pierfrancesco Majorino. Hanno partecipato al vertice anche l’assessore alla Sicurezza, Polizia locale e Protezione civile, Marco Granelli, il Questore Luigi Savina e i rappresentanti delle Forze dell’Ordine. L’accordo operativo dai prossimi giorni consentirà entro breve di poter trasferire le prime famiglie di profughi che ancora continuano ad arrivare alla Stazione Centrale. Dal 18 ottobre 2013 ad oggi sono state 45.876 le persone (siriani, eritrei e palestinesi) assistite e accolte nelle strutture cittadine. Di queste 10.969 i bambini in viaggio con i genitori. In 53 hanno fatto richiesta di asilo.

firma cie

“Esprimiamo soddisfazione per l’importante risultato raggiunto oggi”, dichiarano gli assessori Majorino e Granelli. “Con la destinazione di via Corelli a centro temporaneo di accoglienza parte un nuovo percorso. Ci auguriamo che questa apertura del Governo non rimanga solo un episodio isolato”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, convenzione con il Governo l’ex Cie diventa un centro di accoglienza Milano, convenzione con il Governo l’ex Cie diventa un centro di accoglienza ultima modifica: 2014-10-16T00:02:43+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento