Vicenza, Aim Ambiente allarga il porta a porta per carta e plastica

Dal 22 ottobre, inizia da Saviabona la raccolta “porta a porta” anche degli imballaggi in plastica e metallo e della carta, per poi passare alle altre zone interessate dalla novità che saranno Ospedaletto, Bertesina e Riviera Berica, per complessive 1.746 utenze servite. Contemporaneamente, saranno rimossi dalla strada i contenitori dedicati agli imballaggi in plastica e metallo ed alla carta. La raccolta del materiale e lo svuotamento dei contenitori avverrà con cadenza quindicinale. Per coordinare il ritiro della carta e della plastica con la raccolta del secco residuale e per facilitare la memorizzazione della data del servizio, il ritiro del materiale avverrà il giorno successivo a quello del rifiuto residuo. È anche in preparazione, e sarà recapitato direttamente a casa, il calendario di raccolta per il prossimo anno. Carta e cartoni dovranno essere riposti ben impacchettati e legati, o depositati in cartoni a perdere o altro contenitore riutilizzabile, e comunque mai sfusi. Non sarà raccolta carta contenuta in sacchi di plastica. Gli imballaggi leggeri in plastica e metallo dovranno essere posizionati in strada in sacchetti di plastica trasparente da 100-120 litri, avendo cura di chiudere bene il sacco.
Per illustrare il nuovo sistema di raccolta, illustrare i risultati fin qui raggiunti e raccogliere eventuali osservazioni per il miglioramento del servizio sono già stati previsti quattro incontri con la cittadinanza in ciascuno dei quartieri interessati. In quella occasione, come già avvenuto assieme al recapito della lettera a tutti gli utenti interessati, è in distribuzione gratuita una piccola dotazione di sacchi per l’avvio della raccolta.
Un ulteriore servizio che AIM Ambiente propone agli utenti, riguarda la fornitura ad un prezzo agevolato di bidoni su ruote da 120 o 240 litri per la carta (colore giallo) o per la plastica (colore blu), al prezzo di 29 o 34 euro compreso il recapito a domicilio, che andranno esposti in strada nei giorni di raccolta prefissati. L’adesione alla proposta è assolutamente volontaria e non impegnativa per l’utente che potrà comunque proseguire con le normali modalità. I bidoni resteranno definitivamente di proprietà del cliente, con una garanzia totale di 4 anni, vanno prenotati, senza impegno, alla segreteria di AIM Ambiente (mail infoporta.porta@aimvicenza.it o numero telefonico 0444 394012 o 0444 394014).
I bidoni resteranno definitivamente di proprietà del cliente, con una garanzia totale di 4 anni.
Sempre nei prossimi giorni, nella zona di san Lazzaro, escluso viale Verona, per circa 4.800 utenze sarà esteso il sistema di raccolta del secco residuo attraverso cassonetti a calotta, accessibili mediante la chiavetta elettronica che sarà consegnata, gratuitamente, direttamente a casa da operatori di AIM Ambiente o che potrà essere ritirata in punti informativi che saranno allestiti nelle zone di attivazione.
Anche in questo caso saranno tenuti una serie di 18 di incontri con la cittadinanza, nelle date che saranno comunicate con lettera in funzione della zone attivate, nei quali saranno illustrate le nuove modalità operative e nei quali, nell’occasione, sarà svolto anche un “ripasso” sulla corretta differenziazione dei rifiuti. Ricordiamo che per questi servizi, sia per la consegna dei sacchi nelle zone “porta a porta” o delle chiavette, non è richiesto alcun pagamento agli operatori. Invitiamo pertanto a segnalare all’Azienda o alla Polizia Municipale ogni abuso.
Infine, merita di essere segnalata l’indagine 2014 condotta da Federconsumatori sul costo della tassa rifiuti (TARI) per una utenza domestica media dalla quale emerge che Vicenza, con i suoi 199 €/anno, è una delle città di Italia con la tassa più bassa, ben lontana da valori come i 358 €/anno di Perugia, o i 317 di Ferrara o 260 di Parma, ma anche dallo stesso valore medio nazionale (281 €/anno).
Particolare evidenza merita poi il rilievo sulle agevolazioni che i comuni italiani riconoscono alle famiglie a fronte di comportamenti che portino ad una minore produzione di rifiuti. Dalla classifica che ne esce, le città che prevedono più tipologie di agevolazioni sono, nell’ordine, Novara e Vicenza. In particolare la città di Vicenza offre riduzioni fino al 70% con bimbi di età inferiore ai 2 anni che utilizzano i pannolini lavabili.
L’Amministratore unico di AIM Ambiente Maria Menin ha commentato positivamente questa lusinghiera classifica stilata da Federconsumatori che sancisce il giusto equilibrio tra gli obiettivi ambientali e il contenimento dei costi a carico dei cittadini.
L’assessore Dalla Pozza ha sottolineato come queste due iniziative del porta a porta per carta e plastica, e della calotta nei cassonetti di san Lazzaro, si inseriscano nel percorso intrapreso da qualche anno dall’Amministrazione comunale che ha portato quasi il 70%, delle oltre 60 mila utenze cittadine, ad essere servito attraverso sistemi dedicati e di porta a porta, e quasi il 40% di servizi porta a porta che stanno progressivamente andando verso il porta a porta integrale. L’assessore ha poi ricordato che si tratta di nuovi servizi migliorativi che rispondono spesso anche ad esplicite richieste dei cittadini e che sono offerti senza intervenire sulle tariffe, ferme a Vicenza da due anni.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, Aim Ambiente allarga il porta a porta per carta e plastica Vicenza, Aim Ambiente allarga il porta a porta per carta e plastica ultima modifica: 2014-10-10T01:27:48+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento