Firenze, maltempo 19 settembre interventi urgenti sul verde per 124 mila euro

Ammontano a oltre 124 mila euro gli interventi urgenti che saranno effettuati a breve nel Parco di Villa Strozzi, nella Riva destra d’Arno e alle Cascine, nei Parchi dell’Anconella e dell’Albereta, al Cimitero del Pino, in varie aree verdi delle scuole del Quartiere 3 e nella riva sinistra d’Arno, a seguito alla bomba d’acqua che si è abbattuta sulla città il 19 settembre scorso: lo ha deciso la Giunta ieri approvando la delibera dell’assessore all’Ambiente Alessia Bettini.
Il maltempo dello scorso mese ha avuto effetti disastrosi sul verde cittadino, come emerso da una prima stima fatta l’indomani. Caratterizzato da grandine e forti raffiche di vento, la bomba d’acqua ha causato notevoli fuoriuscite di terra e materiale vegetale in diverse zone della città con conseguenti intasamenti di caditoie e pozzetti, che hanno provocato allagamenti all’interno delle scuole e delle aree verdi pubbliche, tra cui quelle sopraindicate, richiede rendo in alcuni casi il divieto di accesso ad alcune aree pubbliche e scolastiche.
E a proposito di scuole, con la fine di questa settimana saranno riaperti tutti gli spazi esterni: solo in due istituti saranno mantenute zone interdette per consentire la fine dei lavori.
La somma complessiva degli interventi è di 124.396,26 euro e sarà così suddivisa: Parco Villa Strozzi: 19.972,22 euro; Q1 Riva destra d’Arno e Cascine 6.063,75 euro; Parco dell’Anconella, Parco dell’Albereta, Cimitero del Pino e varie aree verdi delle scuole di Q3 e Q1 Riva sinistra d’Arno 98.360,29 euro.
Il maltempo il 19 settembre ha colpito particolarmente le zone del centro storico del Quartiere 1 (escluse le Cascine dove sono caduti solo alcuni rami), del Quartiere 2 (Campo di Marte) e del Quartiere 3 (Gavinana), che presentano anche alberi particolarmente vulnerabili in quanto secolari e di grandi dimensioni. Anche la zona del Quartiere 4 (Isolotto) è stata colpita ma avendo alberature, in particolare quelle stradali, più giovani, ha subito danni alle chiome ma non vi sono state cadute che hanno bloccato la circolazione.
“Fortunatamente il maltempo dello scorso 19 settembre non ha causato feriti seri – ha detto l’assessore Bettini – ma ha arrecato danni ingenti al nostro patrimonio verde. Tanto per fare alcuni esempi nel Quartiere 4 vi sono stati danni al Parco di Villa Strozzi, dove sono presenti alberature centenarie. Sono poi cadute o rimaste danneggiate, sempre nel Quartiere 4, alberature o rami nell’ambito di giardini e parchi scolastici e non. Questa situazione ha costretto complessivamente su tutto il Comune ad effettuare ad oggi, per motivi di sicurezza, 200 potature e circa 80 abbattimenti ai quali seguiranno poi nuove piantumazioni”. “In prima battuta, in regime di urgenza, abbiamo rimosso le alberature e i rami caduti che bloccavano la circolazione stradale – ha aggiunto l’assessore -. Sono stati effettuati 22 interventi su alberature stradali di grandi dimensioni cadute e vari interventi su grossi rami. Allo stesso tempo sono state avviate le procedure di verifica sulle alberature dei parchi pubblici e sui giardini scolastici che hanno portato alla chiusura di alcuni di essi”.
In particolare, i Parchi dell’Anconella e dell’Albereta sono ancora parzialmente chiusi poiché sono in corso lavori di messa in sicurezza. Per quanto riguarda invece i giardini scolastici, durante il fine settimana immediatamente successivo alla bomba d’acqua sono stati effettuati gli interventi urgenti per garantire la sicurezza degli accessi agli edifici per la riapertura del lunedì successivo, il 22 settembre, e adesso sono in corso gli interventi di messa in sicurezza del resto delle alberature.
“Attualmente sono in corso anche gli accertamenti sulle singole alberature sparse sul territorio comunale nei quartieri interessati dal maltempo – ha concluso l’assessore Bettini -, poiché potrebbero presentare danni non facilmente visibili. In conseguenza di queste verifiche stimiamo che nei prossimi giorni dovranno essere abbattute ancora circa 60-70 alberi e saranno necessarie potature per mettere in sicurezza circa 410-420 alberature”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento