Parma, intesa tra Comune e Provincia per le palestre

L’Amministrazione provinciale, a causa delle modifiche di carattere istituzionale in corso, non sarà più in grado di assicurare tale servizio, se non fino alla fine di questo anno. Ne hanno parlato, durante una conferenza stampa, l’assessore allo sport del Comune di Parma Giovanni Marani, il responsabile dell’agenzia dello sport della Provincai di Parma Walter Antonini e Gianni Barbieri, delegato provinciale del Coni.

“Comune e Provincia – ha detto l’assessore Marani – ancora una volta hanno dimostrato il loro impegno in nome dello sport. L’intesa, che prevede la gestione da parte del Comune delle palestre provinciali in orario extrascolastico,  rappresenta un passaggio assolutamente non scontato e scongiura la chiusura degli impianti. Il Comune vuole, così, garantire la continuità dell’attività sportiva: dalle squadre che militano in campionato alle fasce deboli che ne fanno uso. Si tratta di un atto di responsabilità che segue la volontà politica del sindaco Pizzarotti e del presidente Bernazzoli per fornire una soluzione concreta ad un problema che avrebbe potuto trasformarsi in emergenza”.

Walter Antonini ha ringraziato l’Amministrazione comunale per la sensibilità dimostrata “in un frangente i cui esiti non erano per nulla scontati. L’obiettivo è stato quello di dare continuità alle attività sportive oggi in essere, in uno spirito di responsabilità reciproco che ci ha permesso di dare un futuro all’anno sportivo che inizierà a settembre, anche a fronte delle incertezze in cui si trova la Provincia”

Gianni Barbieri ha ringraziato Comune e Provincia per aver intrapreso un percorso “che ha scongiurato la chiusura delle palestre. Grazie ad una buona dose di buona volontà e di sensibilità si è riusciti a fronteggiare una situazione che avrebbe potuto avere risvolti incresciosi”.

Grazie alla convenzione che i due enti andranno a sottoscrivere sarà, quindi, possibile garantire da parte del Comune, nel primo semestre del prossimo anno, l’attività che attualmente viene svolta nelle strutture delle palestre annesse al Romagnosi, all’Ipsia, all’Itis e al Bodoni a cui si aggiungono altri quattro spazi due denominati Oltretorrente, spazio grande e spazio piccolo, e due spazi alla Del Chicca palestra e sala basket.

In questo modo viene tutelato il diritto allo sport e la promozione delle discipline sportive ad oggi praticate all’interno dei rispettivi impianti, al di fuori dell’orario scolastico. Inoltre tali strutture permettono di svolgere attività sportive di carattere sociale rivolte agli anziani ed alle perone disabili, che, in assenza di un accordo tra i due enti, risulterebbero penalizzate.

Si tratta, in tutto, di circa 25 società che, ad oggi, sfruttano gli impianti provinciali al di fuori dell’orario scolastico. L’iter per la sottoscrizione della convenzione fra Comune e Provincia prevede che l’ente di piazza della Pace predisponga un bando, il prossimo 11 agosto, sulla base del quale verranno concesse le palestre alle rispettive società sportive. Poi, a settembre, verrà sottoscritta la convenzione sperimentale relativa alla loro gestione, in capo al Comune, in modo da garantire la fruizione degli spazi per il primo semestre del 2015.

L’accordo, nato da un positivo rapporto tra Assessorati allo Sport di Comune e Provincia, prevede che il Comune, a partire dal gennaio 2015, introiti direttamente le entrate corrispondenti alle quote di concessione stabilite, e si faccia carico delle spese relative all’organizzazione del servizio di pulizie e custodia dei locali e delle spese relative al rimborso delle utenze corrispondenti al periodo di effettivo utilizzo (acqua, luce e gas).

Resteranno in capo alla Provincia le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria delle palestre stesse.

L’intesa nasce dalla volontà di continuare a promuovere lo sport cittadino proprio attraverso la concreta disponibilità di spazi pubblici in cui poterlo praticare prevedendo, così, la possibilità di dare un futuro alle attività sportive oggi in essere.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento