Genova, salasso Tasi sulla prima casa

Il Comune ha decisi di applicare l’aliquota massima, cioè del 3,3 per mille. L’Assessore al Bilancio Franco Miceli conferma che “è stata data la possibilità ai Comuni di aumentare l’aliquota Tasi dal 2,5 per mille di un più 0,8 per mille per consentire le detrazioni in modo da rendere omogenea la tassazione Tasi rispetto all’Imu per le prime case dall’A2 all’A7, e noi l’abbiamo fatto”.

Previste detrazioni decrescenti al crescere della rendita catastale. Una detrazione di 114 euro per rendite catastali fino a 500 euro, di 80 euro per rendite da 500 a 700 euro, di 50 euro per rendite da 700 a 900 euro, di 50 euro oltre i 900 euro solo per le famiglie con un Isee pari o sotto i 15 mila euro. Le famiglie con figli conviventi a carico sotto i 26 anni d’età potranno scontare dalla Tasi tre detrazioni: di 25 euro fino a 500 euro di rendita catastale, di 20 euro per le rendite da 500 a 700, di 15 euro per le rendite da 700 a 900 euro, di 15 euro solo per le famiglie con Isee pari o sotto i 15 mila euro.

Per gli immobili su cui è rimasta l’Imu: abitazioni principali di lusso classificate A1, A8 e A9, l’aliquota ordinaria sarà del 5,8 per mille, per gli immobili diversi dall’abitazione principale, capannoni, immobili industriali, l’aliquota ordinaria sarà del 10,6 per mille. Gli immobili a canone concordato saranno all’8,5 per mille. Per i capannoni categoria C1 e C3 condotti direttamente dal proprietario ci sarà la riduzione di un punto in meno. Per i capannoni D la riduzione sarà di mezzo punto.

Il Comune di Genova ha rimandato ai prossimi giorni la Tari, la tassa sui rifiuti.

9 su 10 da parte di 34 recensori Genova, salasso Tasi sulla prima casa Genova, salasso Tasi sulla prima casa ultima modifica: 2014-05-13T01:46:27+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento