Assostampa Siciliana, ancora una bugia di Crocetta

104

Ancora una bugia di Crocetta, l’ennesima. Questa è la denuncia dell’Assostampa Siciliana nei confronti del Presidente della Regione Sicilia.

Nonostante l’annuncio del governatore: “La prossima settimana chiamerò Ordine e Assostampa per affrontare la questione”, fatto più di un mese fa, poche ore dopo la presentazione del dossier sulle sue bugie sulla questione dell’Ufficio Stampa della Regione, l’anno 2013 si è chiuso e mai alcuna proposta di incontro è venuta da Crocetta.  Ma non può essere ormai una sorpresa che il governatore annunci una cosa che poi, regolarmente, non mantiene. E’ lo stile proprio di un politico – continua il comunicato – che al di là degli annunci roboanti e ad effetto poco riesce a fare sul piano della concretezza e nella direzione della soluzione dei problemi. E intanto la Regione resta senza ufficio stampa, unico caso in Italia, e soprattutto i siciliani restano senza la possibilità di conoscere realmente l’attività amministrativa della Regione. Alla faccia della trasparenza tanto sbandierata.

Intanto l’Associazione Siciliana della Stampa è intervenuta nel procedimento sollevato dinanzi la Corte Costituzionale dal giudice del lavoro di Palermo sui ricorsi di alcuni dei 21 colleghi licenziati da Crocetta e che, comunque vadano le cose, costringerà la Regione a un notevole esborso economico. Il sindacato e l’Ordine dei giornalisti auspicano che almeno in quella sede si faccia definitivamente chiarezza su una vicenda che anche i media nazionali hanno trattato come l’ennesima anomalia siciliana e del presidente Crocetta.