Roma, il pugile Orial Kolaj lavorava per il recupero crediti dei camorristi

Un’organizzazione composta da 15 persone legate al clan dei Casalesi è stata sgominata dai Finanzieri nella Capitale. Il gruppo si serviva anche di un pugile di origini albanesi ed ex campione italiano dei mediomassimi per intimidire la concorrenza e per il cosiddetto “recupero crediti”. Orial Kolaj, 30 anni, descritto in un’intercettazione come “una macchina da guerra”, è stato arrestato insieme ad altri albanesi, soprannominati “i pugilatori”, che, come lui, prendevano parte alle missioni punitive.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin