Genova, tangenti agli Erzelli arrestati Enrico Casaretti, Giuseppe Luperto, Carlo Azzariti Fumaroli e Roberto Accinelli

Bufera per le presunte tangenti pagate per la costruzione del polo tecnologico degli Erzelli, sulle alture del capoluogo ligure. Coinvolti tre ingegneri e un imprenditore. Due sono finiti in carcere, per gli altri arresti domiciliari. Contestati i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa ed estorsione aggravata. Secondo l’accusa, i tre professionisti dell’Aurora Costruzioni Srl, titolare dei lavori al polo, si facevano pagare “mazzette” per avere gli appalti.

In manette: Enrico Casaretti, 42 anni, già direttore tecnico della Aurora; Giuseppe Luperto, 48 anni, dipendente dell’Aurora, responsabile della costruzione e della manutenzione degli impianti all’interno del polo degli Erzelli; Carlo Azzariti Fumaroli, 40 anni, consulente dell’Aurora e responsabile delle opere di urbanizzazione previste nell’ambito della costruzione del polo tecnologico; Roberto Accinelli, 39 anni, amministratore unico della Ilca Srl, impresa che opera nel cantiere degli Erzelli.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin