Genova, tangenti agli Erzelli arrestati Enrico Casaretti, Giuseppe Luperto, Carlo Azzariti Fumaroli e Roberto Accinelli

Bufera per le presunte tangenti pagate per la costruzione del polo tecnologico degli Erzelli, sulle alture del capoluogo ligure. Coinvolti tre ingegneri e un imprenditore. Due sono finiti in carcere, per gli altri arresti domiciliari. Contestati i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa ed estorsione aggravata. Secondo l’accusa, i tre professionisti dell’Aurora Costruzioni Srl, titolare dei lavori al polo, si facevano pagare “mazzette” per avere gli appalti.

In manette: Enrico Casaretti, 42 anni, già direttore tecnico della Aurora; Giuseppe Luperto, 48 anni, dipendente dell’Aurora, responsabile della costruzione e della manutenzione degli impianti all’interno del polo degli Erzelli; Carlo Azzariti Fumaroli, 40 anni, consulente dell’Aurora e responsabile delle opere di urbanizzazione previste nell’ambito della costruzione del polo tecnologico; Roberto Accinelli, 39 anni, amministratore unico della Ilca Srl, impresa che opera nel cantiere degli Erzelli.

9 su 10 da parte di 34 recensori Genova, tangenti agli Erzelli arrestati Enrico Casaretti, Giuseppe Luperto, Carlo Azzariti Fumaroli e Roberto Accinelli Genova, tangenti agli Erzelli arrestati Enrico Casaretti, Giuseppe Luperto, Carlo Azzariti Fumaroli e Roberto Accinelli ultima modifica: 2012-12-22T10:14:46+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0