Carate Brianza, in manette per corruzione il consigliere comunale Pdl Maurizio Altobelli

Un fenomeno che dilaga in Lombardia, che contagia tutto e tutti, destra e sinistra, piccoli e grandi enti. E’ la corruzione tant’è che in Alta Brianza si erano accordati per cambiare la destinazione d’uso da agricola a commerciale/residenziale di cinque aree e un fabbricato, tutti a Carate Brianza, attraverso il piano di governo e varianti. Una trattativa con al centro Paolo Vivacqua, l’imprenditore desiano freddato con sette colpi di pistola a novembre dello scorso anno nel suo ufficio, in pieno giorno.

Ad essere colpiti da ordinanze di custodia in carcere e ai domiciliari per corruzione, eseguite dai Carabinieri di Monza e dalla Guardia di Finanza di Seregno, il consigliere comunale di maggioranza in quota PdL di Carate, Maurizio Altobelli, 55 anni; Giorgio Aldeghi, architetto di 67 anni e Massimo Pirovano, anche lui architetto, sempre di Carate, di 56 anni, già consigliere comunale; Giampietro Gerosa, geometra di Arosio (Co) di 63 anni, Caruso Calogero Licata, imprenditore 40enne di Muggiò e prestanome di Vivacqua e Felice Tagliabue di 67anni, procacciatore d’affari di Giussano.

Secondo l’accusa, Altobelli, Aldeghi, Gerosa, Licata e Tagliabue si sarebbero accordati per versare allo stesso Altobelli 870 mila euro da spartire poi a Aldeghi e Gerosa, mentre Pirovano e Altobelli si sarebbero accordati per versare ancora a Altobelli altri 290 mila euro per le operazioni urbanistiche. Sequestrati beni e quote societarie intestate agli indagati per 1,8 milioni.

9 su 10 da parte di 34 recensori Carate Brianza, in manette per corruzione il consigliere comunale Pdl Maurizio Altobelli Carate Brianza, in manette per corruzione il consigliere comunale Pdl Maurizio Altobelli ultima modifica: 2012-07-12T09:57:23+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0