Messina, nello Stretto sbarca don Giovanni d’Austria

Enrico Casale

Domani, giovedì 4 agosto 2011, avrà inizio la terza edizione della “rievocazione dello sbarco a Messina di don Giovanni d’Austria”, evento di alta rilevanza promosso anche quest’anno dall’Associazione culturale “Aurora” insieme alla “Marco Polo System” di Venezia e realizzato in collaborazione con il Comune di Messina, la Provincia Regionale di Messina, le Istituzioni, gli Enti e le Associazioni locali. Intenso il calendario della giornata con due appuntamenti in programma. Nella mattinata la Regata Velica “Trofeo Don Giovanni d’Austria città di Messina”, organizzata dalla Lega Navale Italiana e dal Circolo Tennis e Vela in collaborazione con i circoli velici messinesi e calabresi (si prevede la partecipazione di circa 70 imbarcazioni), inserita per la prima volta nel calendario nazionale della Federazione Italiana Velica (FIV). Il sig. Carmelo Recupero, presidente della sezione di Messina della Lega Navale Italiana e coordinatore della Regata, auspicando che l’evento possa diventare una “festa del mare”, ne ha tracciato i lineamenti: la manifestazione sportiva, aperta alle derive e ai catamarani, si svolgerà nello specchio acqueo antistante il litorale Nord di Messina, tra Paradiso e Grotte; partenza alle 11 sotto lo sguardo vigile del Comitato di Regata presieduto da Gaetano Beccaria. La cerimonia di premiazione avrà luogo sabato 6 agosto 2011, con inizio alle 19, presso il Circolo Tennis e Vela di Messina. Nel pomeriggio, alle 18 presso S. Maria Alemanna, conferenza sul tema “Messina sulle rotte di Lepanto”. Dopo i saluti del dott. Fortunato Manti (presidente dell’Associazione Culturale “Aurora”) e del prof. Pippo Isgrò (assessore alle “Politiche del Mare” del Comune di Messina), prenderanno la parola il prof. Dario Caroniti (docente di storia delle dottrine politiche presso l’Università degli Studi di Messina – tema: “Messina e la battaglia di Lepanto”), Vincenzo Caruso (Direttore del Museo Storico “Forte Cavalli” – tema “la flotta della Lega Santa nelle acque dello Stretto”), Antonino Sarica (giornalista – tema “il soggiorno di don Giovanni d’Austria a Messina”), Carlo Marullo di Condojanni (ambasciatore e delegato del Sovrano Militare Ordine di Malta – tema: “il concorso dell’Ordine di Malta e della nobiltà messinese nella battaglia di Lepanto”) e l’architetto Nino Principato (cultore di Storia Patria – tema: “le tracce di Lepanto nella città del Peloro”). Al termine la poetessa Maria Costa reciterà “La Battaglia di Lepanto”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin