Cantieri d’arte Urbana- II Edizione. Roberta Spinelli apre con L’Aquila ante litteram la serata all’insegna di musica, letteratura e arte

 Martedì 26 luglio , alle ore 21.30 , nella suggestiva cornice di Piazza Diaz, nel cuore della città di Vibo Valentia, avrà luogo la terza serata in programma nel cartellone di Cantieri d’arte Urbana, presentato dal Comune di Vibo Valentia, diretto da Maria Teresa Marzano. Ad aprire la serata, all’insegna dell’emancipazione femminile,  la presentazione del libro “L’Aquila ante litteram” (Lupo editore) realizzato dalla scrittrice Roberta Spinelli, la cui prefazione è stata firmata dal Direttore Dell’AGI, Giuliano De Risi. Parole e musiche si incontreranno in uno dei luoghi più intimi e suggestivi della città per emozionare il pubblico in una serata in cui Musica, arte e parole saranno magistralmente unite da un unico filo conduttore. Al reading del libro di Roberta Spinelli, seguirà il concerto per piano e voce “Back to the Roots”, di Moira Lo Bianco e Sissy Castrogiovanni, direttamente dalla Berklee Collage of Music. A corollario della serata l’artista vibonese Domenico Di Francia si cimenterà in una performance pittorica, realizzando tre opere dedicate all’emancipazione della donna mediterranea. Una serata in cui si mescoleranno più arti legate dal filo rosso dell’emozione, con l’obiettivo- condiviso dalla direttrice Marzano e la scrittrice Spinelli- di rendere lo spettacolo un’alchimia  sublime di melodie, pensieri e arte. “Il raccontare la storia di persone realmente esistite, testimoni del terremoto dell’Abruzzo- ha spiegato la scrittrice Spinelli- diventa raccontare e significare la Storia, omaggio alle vittime della tragedia ma anche sprone e incentivo alle attuali generazioni per i tempi presenti. Un invito ad affrontare anche gravi drammi con lo stesso spirito dei fieri abruzzesi, chiamati in causa e presentati, nelle pagine del mio libro, come modello ed esempio di vita”. “La possibilità di presentare l’opera, dopo il successo al Teatro Quirino, nella mia città non può che aumentare e rendere ancora più emozionante, il grande patrimonio racchiuso nel libro che, dal 2009, porto in giro per l’Italia. Un tesoro rappresentato da uomini e donne i cui sentimenti e la cui umanità hanno resistito anche al peggiore dei terremoti. La particolarità della presentazione- ha proseguito- sta nella volontà condivisa da tutti i partecipanti di emozionare il pubblico e rivalutare il lato umano troppo spesso dimenticato. Ovviamente ognuno lo farà secondo le proprie attitudini. Mi piace pensare ad un libro che si autopresenta, convinta che le emozioni non hanno bisogno di null’altro per vivere, se non di una comunità e una forte condivisione; una grande rete sociale dove ogni singola persona, ogni tappa, ogni presentazione , sarà una maglia piccola ma essenziale. Io ho cercato di trasmettere le mie emozioni attraverso i miei compagni fidati che sono penna e calamaio,  grazie al mio editore Cosimo Lupo e al meticoloso lavoro editoriale e grafico,curati, come vuole la tradizione della Lupo editore, nei minimi particolari. In Piazza Diaz,  nel corso della serata Moria Lo Bianco emozionerà con il suo piano e Domenico Di Francia con il pennello e la tela”. Tre momenti scandiranno una serata di spettacolo che “sulla scia dell’emozione ,incanterà il pubblico nell’alchimia sublime di melodie, pensieri e punte di colore”.

Lupo EditoreTrailer l’aquila ante litteram

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin