Messina, i Vigili del Fuoco affrontano l’emergenza Sangue con la Settimana della Donazione

Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Messina, unitamente al Servizio di Medicina Trasfusionale dell’Azienda “Papardo-Piemonte” e alla C.R.I. di Messina, ha organizzato “La  settimana della Donazione del Sangue” mettendo a disposizione di tutto il personale operativo, amministrativo e volontario VVF una Autoemoteca per le donazioni, sistemata nel cortile della Sede Centrale dei Vigili del Fuoco di Via Salandra.La Città di Messina è, purtroppo, tra gli ultimi posti in Sicilia per numero di donazioni di sangue, non garantendo l’autosufficienza per le strutture ospedaliere cittadine. Poiché il sangue e gli emocomponenti rappresentano un presidio unico e insostituibile per la vita di molte persone, l’invito a donare è stato esteso e accolto da tutti i Vigili del Fuoco della Provincia di Messina, i quali hanno mostrato grande entusiasmo nell’esprimere solidarietà piena all’iniziativa. Il Direttore del Servizio di Medicina Trasfusionale ha illustrato l’iniziativa, insieme agli operatori della C.R.I., nel corso di un incontro avvenuto precedentemente nei locali del Comando, dando informazioni sull’utilizzo del sangue e degli emocomponenti per promuovere, così, la “cultura della donazione”.  Nel corso degli ultimi giorni si è formalizzato l’importantissimo rapporto di solidarietà con il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e, grazie alla collaborazione dell’Ing. Alessandro Paola ed alla Croce Rossa Italiana Sez. di Messina, il Dr. Giuseppe Falliti, Direttore del Servizio di Medicina Trasfusionale,  ha espresso profonda gratitudine a tutti i Vigili del Fuoco protagonisti come Donatori volontari. La settimana della Donazione non vuole comunque essere un episodio isolato ma pone le basi per una collaborazione continuativa e periodica a testimonianza dello spirito civile di solidarietà che i Vigili del Fuoco sempre mostrano in tutte le occasioni in cui l’emergenza mette in risalto la necessità di tutelare la vita dei cittadini, anche oltre i doveri istituzionali.
Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin