Modica, a settembre grande manifestazione davanti all’Ospedale Maggiore

“Nessuna presa di posizione, in attesa che si svolga la gara d’appalto, sul Project Financing del Cimitero d Modica. Quindi contrari ad un referendum basato solo su ipotetici e presunti svantaggi per i cittadini, visto che fino all’apertura delle buste non si conosceranno i costi reali della gestione. Il lancio di un sondaggio, sul gradimento della nuova illuminazione di Corso Umberto, sul sito internet www.cittadiniliberi.com. Chiedendo ai cittadini se gradiscono il colore della luce bianca a giorno. Organizzazione di un’assemblea/sit-in davanti all’Ospedale Maggiore di Modica, per manifestare e raccogliere i dissensi e le segnalazioni di migliaia di cittadini, stanchi dei disagi causati dalla sanità pubblica modicana, disorganizzata e caotica. Tutti fanno finta di niente, le notizie sulla malasanità vengono insabbiate, dando spazio, invece, ai casi di “buona sanità”, oramai eccezioni anziché  consuetudini. Chiederemo a S.E. il Prefetto, al Presidente della Provincia, al Sindaco, a tutti i parlamentari della provincia e alle forze politiche modicane di partecipare all’Assemblea dei cittadini, che si terrà davanti all’Ospedale Maggiore sabato 17 settembre 2011. Queste le determinazioni scaturire dall’assemblea aperta, che ieri sera si e’ tenuta a Modica, ove Confconsumatori rappresentata da Samantha Nicosia, Fare Verde Modica da Maria Chiara Adamo, Isa Sindacato da Giorgio Iabichella, hanno raccolto l’invito di Katia Cannata, Barbara Russo, Giorgio Occhipinti, Stefania Cordeschi, Salvatore Caccamo, quali componenti di Cittadini Liberi, approvandole pienamente. “Riteniamo di dover attendere l’espletamento della gara d’appalto sul project financing del cimitero di Modica, prima di poter prendere una posizione chiara da riportare ai cittadini- evidenzia Katia Cannata, segretaria di Cittadini Liberi- Intendiamo, inoltre, conoscere l’opinione della gente, riguardo alla privatizzazione, tramite un sondaggio lanciato sul sito www.cittadiniliberi.com, e nel contempo capire se ai modicani piace il nuovo impianto di illuminazione. I risultati li presenteremo al Sindaco ed alla città fra un mese. Infine intendiamo appoggiare con forza la proposta di organizzare l’assemblea davanti all’Ospedale Maggiore, per dare un segno ai cittadini, a volte intimoriti, incoraggiandoli a denunciare ogni fatto spiacevole accaduto al Maggiore, segnalandolo sul sito internet di Cittadini Liberi e poi esporlo pubblicamente il giorno dell’assemblea”. L’organizzazione di un sit-in di protesta davanti al Maggiore di Modica e’ stata proposta dal Segretario Provinciale dell’ISA, Giorgio Iabichella, dopo i fatti accaduti al pronto soccorso, ed ai quali non sono state ancora date spiegazioni valide. Il Direttore Sanitario, Bonomo, non ha accettato la richiesta di Iabichella di incontrarlo per esporgli i dettagli dell’accaduto, mentre ha avviato un’indagine interna. Del caso era stata avvertita anche S.E. il Prefetto. “Dopo aver denunciato pubblicamente i fatti accaduti al pronto soccorso- dice Iabichella- ci sono pervenute centinaia di segnalazioni sui disservizi, lamentele sui ritardi e sui tempi di attesa per le visite mediche al Cup, per cui non intendiamo mollare e attueremo ogni iniziativa valida per riportare la sanità modicana a livelli adeguati al 21mo secolo, e che ogni cittadino modicano merita”. E’ quanto si legge in una nota stampa a firma del Comitato Cittadini Liberi Modica.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin