Montalto. L’agente Giovanni Petrasso uccide la moglie Maria Grazia Russo poi si suicida

Omicidio suicidio alle porte di Cosenza. Giovanni Petrasso, agente penitenziario di 53 anni, ha ucciso la moglie Maria Grazia Russo, 48 anni. Con la stessa pistola d’ordinanza poi si è suicidato. Il dramma familiare si è consumato a Montalto Uffugo. In casa c’era la figlia diciottenne, rimasta illesa, che ha chiamato i Carabinieri.

omicidio

La ragazza era in un’altra stanza, quando ha sentito i colpi sparati dal padre. La giovane ha visto i corpi senza vita dei genitori riversi sul pavimento e ha chiamato i carabinieri. Un’altra figlia più grande della coppia vive fuori dalla Calabria per motivi di studio.

Il poliziotto penitenziario ha risparmiato intenzionalmente la figlia (leggi qui).

9 su 10 da parte di 34 recensori Montalto. L’agente Giovanni Petrasso uccide la moglie Maria Grazia Russo poi si suicida Montalto. L’agente Giovanni Petrasso uccide la moglie Maria Grazia Russo poi si suicida ultima modifica: 2017-06-28T12:40:49+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento