Il latitante Bruno Crisafi si è costituito all’aeroporto di Fiumicino

Condannato in primo grado a 20 anni di carcere per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di droga, aggravata dal metodo mafioso, Bruno Crisafi si è costituito all’aeroporto di Fiumicino.

arrestiIl latitante calabrese era proveniente da Perth dove da tempo aveva trovato rifugio grazie a dei parenti australiani. All’arrivo ha trovato i finanzieri del Gico e gli agenti della Squadra Mobile di Roma e del Servizio Centrale Operativo (Sco) che, con la collaborazione della polizia di Frontiera Aerea, lo hanno arrestato e portato in carcere.

Crisafi era sfuggito nel 2015 a un’operazione antidroga abbandonando l’Italia. Nel maggio 2016 il Tribunale di Roma gli ha inflitto la pesante condanna per traffico di stupefacenti. Crisafi assieme al fratello Vincenzo e ad Andrea Rollero, considerati contigui alla cosca di ‘ndrangheta Giorgi alias Cicero, benché residenti a San Luca, erano da tempo a Roma con una rete di connivenze. In Italia i tre curavano la vendita all’ingrosso della droga, secondo quanto accertato dalle indagini e sancito in primo grado.

9 su 10 da parte di 34 recensori Il latitante Bruno Crisafi si è costituito all’aeroporto di Fiumicino Il latitante Bruno Crisafi si è costituito all’aeroporto di Fiumicino ultima modifica: 2017-06-23T03:22:24+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento