Accesso antimafia al Comune di Lamezia Terme

Ancora una volta Lamezia Terme a rischio commissariamento. Il prefetto Luisa Latella, su delega del Ministro dell’Interno, ha disposto l’accesso antimafia al Comune nominando una Commissione.

La decisione è stata presa “ricorrendo la necessità di svolgere approfonditi accertamenti al fine di verificare la sussistenza di collegamenti, diretti o indiretti, con la criminalità organizzata degli Amministratori del Comune di Lamezia”. Lo si legge in una nota della Prefettura. L’invio segue di pochi giorni l’operazione “Crisalide”, condotta dai Carabinieri e coordinata dalla Dda di Catanzaro contro la cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri, che ha portato a decine di arresti.

Nell’inchiesta sono indagati in stato di libertà il vicepresidente del Consiglio comunale Giuseppe Paladino – poi dimessosi – e Pasqualino Ruberto. Quest’ultimo, candidato a sindaco nel 2015, è stato sospeso dalla carica di consigliere dal Prefetto dopo essere stato arrestato nel febbraio scorso in un’altra operazione – “Robin Hood” – della Dda.

9 su 10 da parte di 34 recensori Accesso antimafia al Comune di Lamezia Terme Accesso antimafia al Comune di Lamezia Terme ultima modifica: 2017-06-09T11:02:17+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento