Venerdì 19 maggio The Kolors tornano con “You” dopo il successo planetario dell’album “Out” e del singolo “Everytime”

Milano. “Oggi si ascolta la musica creandosi una propria playlist, senza un suono omogeneo: il nostro album è scritto, suonato e prodotto così, secondo questo canone”.

Lo ha detto Stash di The Kolors alla presentazione del nuovo album “You”, in uscita venerdì 19 maggio, dopo il clamoroso successo di “Out” di due anni fa che ha collezionato quattro dischi di platino per le vendite, singolo di platino per “Everytime” e singolo d’oro per “Me minus you”.

Di questo nuovo album sono 100 mila copie per la prima distribuzione, un record per una band di napoletani che cantano in inglese e che ha deciso di puntare ancora sulla stressa strada internazionale.

“Questo nostro lavoro ha un sapore internazionale, assolutamente – ha dichiarato Stash – È sì per il mercato internazionale ma non pensavamo di scrivere per quella direzione ma che può essere espatriato”.

The Kolors sono usciti vincitori da “Amici” del 2015, aggiudicandosi anche il premio della critica.

“Non esiste una regola da seguire dopo aver partecipato a un talent – ha confidato Stash – Sfornare tutto il meglio di noi è l’obiettivo artistico, senza prendere canzoni di altri ma scriverne di nostre, per un percorso da band e non da boyband”.

Sono 11 le nuove canzoni di questo album.

“Teniamo conto del nostro pubblico ma non lavoriamo in questa direzione – ha sostenuto Stash – Ci mettiamo le sensazioni e le emozioni che abbiamo vissuto e si sente in queste nostre nuove canzoni, sicuramente più mature”.

A questo lavoro hanno partecipato Gucci Mane, star americana del rap, Andy Bell e Gem Archer degli Oasis, Tommaso Colliva, produttore dei Muse, Daddy’s Groove, produttore di Bob Sinclar, Britney Spears e David Guetta, e Spike Stent al missaggio, in passato con Beyoncè, Coldplay, Madonna, ecc.

“Sono davvero dei pezzi grossi i nostri collaboratori – ha precisato Stash – La grandezza di un artista è indirettamente a come ce la meniamo, professionisti che lasciano fuori della porta i momenti negativi”.

L’album è stato anticipato da “What happened last night” con Gucci Mane & Daddy’s Groove.

“In questo brano ci chiediamo cosa è successo ieri – ha spiegato Stash – Può essere un litigio con la fidanzata, una rissa in un locale, una notte da leoni, sottolineato dal suono del caricatore di un fucile per chiedere ‘chi hai ucciso ?’ o ‘cosa hai fatto ?’ esagerando con la ragazza. Siamo sempre più condizionati dalle immagini che arrivano dal web o dai social su risse, violenze e bullismo”.

Il video di questo brano è stato girato a Tokyo da YouNuts Productions, perché le luci del Giappone non si vedono tanto nei video.

Particolare la cover del cd dove non appaiono i tre musicisti Stash Fiordispino, Alex Fiordispino e Daniele Mona.

“È un simbolo, l’immagine fondamentale dell’album – ha fatto notare Stash – Rappresenta una sfera, un occhio, un’icona che riflette dentro un mondo di colori”.

Il front-man e fondatore del gruppo Stash è un vero personaggio che non si è montato la testa.

“Sarebbe una bella esperienza fare il giudice a X Factor ma non ci ho mai pensato, una esperienza nuova – ha ammesso – Si è parlato di anche per il dopo Morgan ad Amici ma eravamo impegnati a questo lavoro e non se n’è fatto nulla”.

Dell’album fanno parte il brano “You” che racchiude tutto il concetto di questo album, “Crazy” che spinge ad usare i social con più consapevolezza, “Chemical love” che era un promo che ora è diventata canzone, “High” un house alla East London, “No” che si rifà al suono del disco precedente, nonché “Dream alone” con appartenenza emotiva al suono degli Oasis.

L’instore tour per il firmacopie di “Yoy” fa tappa il 19 maggio a Le Porte di Napoli ad Afragola, il 20 a Mondadori Duomo di Milano, il 21q al Salone del Libro di Torino, il 22 a Le Due Torri di Stezzano, il 23 alla Discoteca Laziale di Roma, il 24 a Le Cotoniere di Salerno, il 25 a Metropolis di Cosenza,  il 27 al Katanè di Catania, il 28 a Le Vigne di Agrigento e il 29 al Forum di Palermo, il 31 a Vulcano Buono di Nola, il 1 giugno a Conè di Conegliano Veneto, il 2 all’Esp di Ravenna, il 4 a Il Giulia di Trieste, il 7 all’Airone di Monselice, l’8 al Valecenter di Marcon, il 9 a I Gigli di Firenze, l’11 a PiazzaUmbra di Perugia, il 15 a Gran Sasso di Teramo, il 16 a Il Maestrale di Senigallia, il 18 a Gran Shopping Mongolfiera di Molfetta, mentre gli appuntamenti ‘live’ estivi, l’8 luglio ad Area Porto Canale di Bellaria Igea Marina, il 10 a Piazza degli Scacchi di Marostica, il 15  all’Arena Teatro Sociale di Como, l’11 agosto all’Arena Teatro Sociale di Marina di castagneto, il 18 al Teatro La Versiliana di Marina di Pietrasanta il 16 al Teatro dei Templi di Paestum, il 18 all’Anfiteatro Falcone e Borsellino di Zafferana Etnea, il 19 al Teatro di Verdura di Palermo, date di riscaldamento perché il vero tour inizierà ad ottobre.

“Siamo una ‘live band’ e i brani li suoneremo non esattamente come su disco – ha sottolineato Stash – Accontenteremo tutti per un’attenta ricerca dello spettacolo ispirato agli anni ottanta”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Venerdì 19 maggio The Kolors tornano con “You” dopo il successo planetario dell’album “Out” e del singolo “Everytime” Venerdì 19 maggio The Kolors tornano con “You” dopo il successo planetario dell’album “Out” e del singolo “Everytime” ultima modifica: 2017-05-18T17:27:01+00:00 da Franco Gigante
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento