L’ira di Tokyo per il lancio balistico della Corea del Nord

La misura è ormai colma. Il Giappone ha formalmente protestato per il lancio del missile balistico effettuato dalla Corea del Nord, definendo l’atto “assolutamente inaccettabile”.

Missili Corea del Nord

Il missile della Corea del Nord poteva raggiungere gli Usa? Leggi il parere dell’esperto David Wright

Il Governo di Tokyo sta analizzando la traiettoria e le modalità del lancio. “I ripetuti lanci di missili dalla Corea del Nord costituiscono una grave minaccia per il nostro Paese e sono una palese violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza della Nazioni Unite” ha dichiarato il premier Shinzo Abe.

“Una chiara violazione delle risoluzioni dell’Onu”

Seul ritiene che l’ultimo lancio di missile nordcoreano sia “una grave minaccia alla sicurezza regionale” e “una chiara violazione delle risoluzioni dell’Onu”. Così il presidente Moon Jae-in criticando Pyongyang ed esprimendo “profondo dispiacere per le sconsiderate provocazioni”.

Le forze armate sudcoreane hanno rafforzato la vigilanza e messo in preallarme il proprio sistema antimissile Korea Air and Missile Defense (KAMD). La tensione nell’area è palpabile e sono attese anche le reazioni di Cina e Stati Uniti d’America.

9 su 10 da parte di 34 recensori L’ira di Tokyo per il lancio balistico della Corea del Nord L’ira di Tokyo per il lancio balistico della Corea del Nord ultima modifica: 2017-05-14T06:54:27+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook4Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone

Lascia un commento