Chilly Gonzales apre Piano city Milano

Milano, dal 19 al 21 maggio, troverà nelle note di centinaia di pianoforti la sua colonna sonora. Con i suoi 450 concerti, la sesta edizione di Piano city propone contenuti musicali, progetti e percorsi inediti.

I pianisti arriveranno anche fuori porta, con concerti in provincia e regione, oltre i confini geografici della città ma sempre al centro dello spirito del festival.

Con la direzione artistica di Ricciarda Belgiojoso e Titti Santini, tra concerti, lezioni di piano, tributi a grandi maestri, nuove esecuzioni, pianisti semoventi o stanziali, tutti potranno esplorare la città scoprendo i suoi luoghi, dai grandi spazi già noti ai cortili, alle case e ai giardini fino a ieri sconosciuti.

Chilly Gonzales

Piano city: inaugurazione con Chilly Gonzales

Ad inaugurare questa edizione sarà Chilly Gonzales, straordinario pianista e produttore canadese capace di muoversi tra musica classica, rap ed elettronica. Gonzales si esibirà venerdì sera sul main stage della GAM Galleria d’arte moderna – Villa Reale (Piano center della manifestazione) con un concerto di brani tratti dall’album Piano Solo II e presentati in PianoVision, cioè con una proiezione video in tempo reale con riprese che inquadrano solo le sue mani e i tasti del pianoforte.

Piano city è realizzato grazie a Comune di Milano

Contribuisce alla realizzazione Intesa Sanpaolo, ideato e prodotto da Ponderosa Music&Art e Accapiù, con il sostegno dei partner “tecnici” Fazioli, Steinway & sons, Yamaha, Furcht/Kawai, Aiarp, Griffa & figli, Tagliabue, Tarantino pianoforti, KF Milano musica, Bösendorfer, Passadori pianoforti e Steingraeber & Söhne, che mettono a disposizione gli strumenti della manifestazione. Si rinnova anche per l’edizione 2017 la partnership con il Corriere della Sera e Vivimilano.

9 su 10 da parte di 34 recensori Chilly Gonzales apre Piano city Milano Chilly Gonzales apre Piano city Milano ultima modifica: 2017-05-06T02:38:23+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone

Lascia un commento