Derby di Milano, si gioca per l’Europa

Sabato è il grande giorno per la Milano calcistica, il derby attesissimo che mai come quest’anno mette in palio la possibilità per una delle due squadre di conquistare un posto per l’Europa League. Milan e Inter, infatti, occupano rispettivamente la sesta e la settima posizione con 57 e 55 punti. I rossoneri dopo un periodo molto difficile, sembrano essere finalmente usciti dalla crisi e nelle ultime 3 giornate hanno collezionato sette punti che li hanno rilanciati nella corsa europea. L’Inter, invece, proprio quando sembrava essere a ridosso del terzo posto ha inanellato in tre partite due sconfitte e un pareggio, scivolando al settimo posto, dietro proprio ai cugini rossoneri.

In casa Milan il morale è ora alle stelle anche in virtù del closing ufficialmente avvenuto. Dunque si chiude l’era Berlusconi e si apre quella cinese, con la speranza da parte dei tifosi di rivedere il proprio club ritornare sul tetto d’Europa come nei migliori anni della guida Berlusconi. Intanto Montella continua a dispensare consigli e schemi per migliorare la qualità del gioco della sua squadra che in alcune partite viene decisamente a mancare. Per la gara contro l’Inter non ci sarà Pasalic, squalificato, che sarà sostituito dall’ex Fiorentina Mati Fernandez, così come i lungodegenti Abate, Montolivo e Bonaventura. Per questi ultimi la stagione è ormai finita. In dubbio, invece, la presenza di Bertolacci a causa di un problema muscolare. Il Milan dovrebbe quindi scendere in campo con il consueto 4-3-3 che prevede Donnarumma in porta, Paletta e Romagnoli centrali, De Sciglio e Calabria sulle corsie laterali. Kukca, Sosa e Mati Fernandez a centrocampo e il tridente Suso, Bacca e Delofeu ad impensierire la retroguardia nerazzurra.

In casa Inter, invece, la situazione è completamente opposta: le due sconfitte subite contro Sampdoria e Crotone, non proprio due big, hanno ridimensionato i piani della società che ora non può che pensare solo ad un posto in Europa League ed oltretutto partendo anche dai preliminari. Per quanto concerne l’aspetto tecnico, per la gara contro il Milan si tiene monitorata la situazione di Gagliardini, uomo fondamentale nello scacchiere di Pioli, che sta tentando di recuperare dall’infortunio alla caviglia per esserci nell’importante derby della Madonnina. Il disastroso Murillo paga le conseguenze della disfatta calabrese e scivolerà in panchina, sostituito da Medel. Banega dovrebbe essere quasi sicuramente preferito a Joao Mario apparso nelle ultime uscite poco lucido e concreto rispetto a quanto aveva fatto vedere fino ad un mese fa. Il possibile undici che Pioli proporrà si schiererà con il 4-2-3-1: Handanovic tra i pali, D’Ambrosio, Medel e Miranda ed Ansaldi in difesa; Kondogbia e Gagliardini (se non dovesse farcela spazio a Brozovic), sulla trequarti Candreva, Banega e Perisic mentre in attacco bomber Icardi che è ancora a secco nei derby.

Chiudiamo con qualche numero per le statistiche: si tratta del derby di Milano numero 166. Sono 61 le vittorie a favore dell’Inter, mentre 51 quelle del Milan. I pareggi sono 53 (l’ultimo proprio nella gara di andata, terminata col punteggio di 2-2). Nelle ultime sei sfide invece due pareggi e due vittorie per parte. Per le quote scommesse vi rimandiamo al sito degli specialisti di Sky Bet.

9 su 10 da parte di 34 recensori Derby di Milano, si gioca per l’Europa Derby di Milano, si gioca per l’Europa ultima modifica: 2017-04-14T04:30:41+00:00 da Di Muccio
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento