Le piscine fuori terra sempre più diffuse

piscineNon è affatto proibitivo acquistarle e rappresentano un’occasione di relax soprattutto per chi in famiglia ha dei bambini piccoli, non disdegnate neanche dai più grandi. Sono il prossimo “fenomeno” dell’estate italiana 2017: le piscine fuori terra, da piazzare nel giardino della propria casa o da condividere negli spazi comuni dei condomini. I modelli tra cui scegliere sono innumerevoli e di facile installazione. Sul fronte delle piscine online è possibile rimanere aggiornati su tutti i prodotti e servizi innovativi grazie a e-commerce dai prezzi competitivi, affidabili e con soluzioni a tutte le esigenze dei clienti.

Le piscine fuori terra

Vi sono Nazioni al mondo come l’Argentina dove avere la piscina in casa è come possedere la lavastoviglie in cucina. Praticamente in dotazione. In Italia le piscine si stanno diffondendo sempre di più in particolare grazie alla soluzione fuori terra. Le meno costose sono gonfiabili, di norma in pvc, tonde e corredate di una struttura autoportante. L’anello superiore assume la sua forma progressivamente con il riempimento dell’acqua nella piscina. Attraverso il filtraggio ed il riciclo dell’acqua di una pompa si mantiene la salubrità ambientale. Si installano e si disinstallano con facilità e velocità. Occupano dimensioni non superiori ai 4 metri di diametro e al metro di altezza.

Piscine rigide fuori terra

Si tratta di soluzioni intermedie. Sono in pvc mentre la struttura è realizzata in resina, acciaio e alluminio. Le semirigide sono un compromesso tra la praticità delle piscine gonfiabili e l’affidabilità delle rigide. Si spende all’incirca il doppio delle gonfiabili ma molto meno di quelle rigide. Le piscine fuori terra top presentano alta resistenza alle intemperie e al sole, sono qualitativamente migliori.

Realizzare una piscina

C’è chi poi punta a soluzioni in pianta stabile. In questo caso i costi sono più elevati ma soprattutto bisogna tenere conto delle regole dell’urbanistica del Comune dove si ha in mente di installare la piscina. Se non sussistono vincoli idrogeologici o paesaggistici, il tecnico abilitato riesce ad ottenere il permesso a costruire in breve tempo. Le piscine più gettonate non vanno oltre i 35 mq. E’ sempre consigliato puntare su brand affidabili e riconosciuti per far si che oltre che nella fase di acquisto si venga seguiti in quella di costruzione.

Trattandosi di soluzioni in pianta stabile è preferibile prendere in considerazione prodotti di elevata qualità per non trovarsi nella condizione di dovere in seguito spendere troppi soldi in riparazioni ogni anno. Sul fronte della manutenzione successiva all’installazione, è sempre opportuno rivolgersi a store aggiornati e con un servizio professionale ed altamente qualificato. Un grande aiuto viene dal web dove è possibile trovare e-commerce con un elevato rapporto qualità/prezzo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Le piscine fuori terra sempre più diffuse Le piscine fuori terra sempre più diffuse ultima modifica: 2017-04-04T00:11:04+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento