Sicilia: alla scoperta di Ragusa

Una splendida escursione che è consigliata a tutti i turisti che si trovano in Sicilia a trascorrere le proprie vacanze è rappresentata dalla destinazione ‘Ragusa’.
Passeggiando tra le vie della città si avrà modo di ammirare palazzi nobiliari in sfarzoso stile barocco, antiche chiese ma anche semplici case che rendono questo tessuto urbano vario e interessante.
E’ stimolante scoprire dei veri tesori che si celano tra gli stretti ed antichi vicoli, come lachiesa della Madonna dell’Itria, caratterizzata dall’azzurro della sua elegante cupola e dal campanile ornato da maioliche di ceramica raffiguranti dei vasi di fiori.

La chiesa ha antiche origini risalenti al Trecento e appartenuta all’Ordine dei Cavalieri di Maltae probabilmente edificata sui resti di una precedente chiesa bizantina.
Al suo fianco si trova il Palazzo Cosentini che rappresenta uno dei più mirabili esempi dello stile barocco che permette di addentrarsi all’interno di quelle linee e degli ornamenti che lo hanno caratterizzato.
Ragusa è una continua sorpresa agli occhi di chi la visita per la prima volta e che rimane stupito dal Palazzo della Cancelleria, costruito alla fine del XVIII secolo e che è particolare dalla tribuna retta da grosse mensole sempre in stile barocco.
Interessante, su piazza della Repubblica, la seicentesca chiesa delle Anime Sante del Purgatorio che resta alla fine di una scalinata incorniciata da una cancellata e che dall’alto, domina il quartiere.

ragusa

Proseguendo alla scoperta dei gioielli d’arte ragusana

Piazza Duomo, la chiesa di San Giorgio, Palazzo della Rocca sono costruzioni che caratterizzano l’antica Ragusa e quella che ora si chiama via Capitano Bocchieri, era conosciuta sotto il nome di Ciancata per via della sia pavimentazione fatta in basole bianche. La via conduce sulla piazza che ospita il Duomo di San Giorgio che emerge prepotente dall’alto della gradinata che lo anticipa. La chiesa ospita alcune tele di pittori del XVIII secolo, la statua di San Giorgio a cavallo e un organo a canne.

Interessante anche il vicino e cinquecentesco Palazzo Arezzo di Sanfilippo che è stato fortemente  modificato nel corso dei secoli tanto da aver perduto l’originale stile. La teoria degli edifici esteticamente validi continua con Palazzo Arezzo Veninata, Palazzo Majorana e Palazzo Maggiore tra i tanti, così come le belle chiese tra le quali quella dedicata a San Giuseppe che si trova in piazza Pola e che è da visitare.
Si resterà colpiti dalla movimentata facciata piuttosto complessa e ricca di elementi come le colonne, il portale d’ingresso, le statue dei Santi dell’ordine Benedettino e non solo. L’interno sarà una grande sorpresa per via della pavimentazione decorata con l’utilizzo di lastre di pietre bianche e di pietre nere alternate con delle colorate maioliche. Belle anche le grate lignee dei cori risalenti alla fine del Settecento ad opera di un celebre ebanista ragusano. Notevoli sono anche le pareti ornate con degli eleganti stucchi che abbelliscono la questa chiesa.

Dove Soggiornare

Consigliamo di soggiornare all’iGV Club Baia Samuele, una struttura che offre un servizio esclusivo e completo, più che un villaggio un Resort di alto profilo, ha una posizione strategica, perfetta per godersi il mare, oltre che per raggiungere in visita a Ragusa.

Scoprire Ragusa equivale a scoprire un mondo ricco di storia e di arte che si può vedere in ogni angolo della città e che regala delle emozioni che riescono a comporre un patchwork di ricordi destinati a rimanere indelebili nel tempo e che hanno arricchito la propria conoscenza di valori che meritano di essere vissuti in prima persona.

9 su 10 da parte di 34 recensori Sicilia: alla scoperta di Ragusa Sicilia: alla scoperta di Ragusa ultima modifica: 2017-03-28T15:42:30+00:00 da Massimo Chioni
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento