Serie A 29.esima giornata altra sconfitta casalinga del Crotone e questa volta veramente decisiva per la salvezza. Cordaz migliore in campo, Stoian il peggiore. Negato un rigore ai pitagorici. Colpito un palo per parte.

Davide Nicola arriva scuro come non mai in sala stampa e non poteva essere diversamente stando al finale di partita. Ancora una volta la sua squadra è stata punita sul finire dell’incontro in seguito ad un errato disimpegno difensivo di Stoian. “Oggi non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi – ha affermato il tecnico – potevamo vincere e non lo abbiamo fatto per pura casualità in diverse occasioni. Adesso occorre fare l’impossibile per la salvezza. Il Crotone non ha ancora i numeri per competere a certi livelli”. La lunga astinenza di vittorie del Crotone (ultimo successo contro l’Empoli 22.esima giornata) non si è quindi arrestata. Contro la Fiorentina gli uomini di mister Nicola non sono riusciti a conquistare il quarto successo stagionale ed incamerati tre punti importantissimi per rincorrere la salvezza. Un traguardo quasi irragiungibile dopo l’ennesima battuta d’arresto e quando mancano nove giornate al termine del campionato. La vittoria contro una squadra che lotta per un posto in Europa non e’ stata conquistata dal Crotone ne’ con il gol della domenica, ne’ con l’aiuto dell’arbitro che ha concesso un rigore inesistente o convalidato il gol realizzato in fuorigioco. La vittoria doveva essere conquistata minuto dopo minuto con un’attenta strategia preparata dal tecnico Nicola nel corso della settimana. La diversa formazione schierata da quella che ha affrontato in trasferta il Napoli la scorsa partita non ha cambiato il corso delle sconfitte. Fuori Sampirisi, Dussenne, Martella, Capezzi, Trotta, dentro i difensori Rosi, Ceccherini, Mesbah schierati rispettivamente a destra, centrale, esterno sinistro; centrocampo con il rientrante Barberis al fianco di Crisetig; in attacco Tonev, altra novita’ della giornata, insieme a Falcinelli. Mister Sousa non potendo schierare il difensore Tomovic squalificato, l’attaccante Bernardeschi infotunato, ha preferito non utilizzare anche il difensore Rodriguez e il centrocampista Saponara, in sostituzione degli assenti Gonzalo, Ilicic, Badeli, Sanchez. Cambi a parte, di fronte al Crotone di oggi non e’ stato per niente difficile per i viola, e anche se manca la controprova, oggi qualsiasi altra squadra l’avrebbe messo sotto.

Nessun timore reverenziale da parte dei pitagorici al cospetto dei piu’ quotati avversari inizialmente. Il trio difensivo predisposto dal tecnico Sousa con Gonzalo, Sanchez, Astori ed il folto centrocampo con cinque uomini per contrastare quello locale non ha impedito a Falcinelli in due occasioni (10°e 19°) di rendersi pericoloso al punto tale da far gridare al gol. Altra occasione per il Crotone al minuto sedicesimo con Ferrari che in seguito a calcio d’angolo manda il pallone poco oltre la traversa dopo averlo colpito di testa. A favore degli ospiti il palo colpito da Kalinic al minuto trenta. Piu’ attiva la Fiorentina nel reparto mediano che ha sempre piazzato l’uomo in piu’ per impostare le giocate in ripartenza. Meno lucidi in attacco i gigliati ma per merito del quartetto difensivo pitagorico composto da Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbah. Il vero volto il Crotone l’evidenzia nella ripresa dopo qualche minuto dall’inizio quando esce Tonev (sotto la sufficienza la sua prestazione) ed entra Trotta. Fuori anche il difensore Ceccherini per motivi fisici rimpiazzato da Dussenne. È un continuo botta e risposta da una parte e dall’altra alla ricerca del gol. Falcinelli al quarantanovesimo non centra la porta da favoevole posizione. Al minuto sessantuno lo stesso giocatore  olpisce il palo a portiere battuto. Un minuto dopo l’arbitro nega un evidente rigore al Crotone per fallo del portiere su Falcinelli. Le sostituzioni operati da Sousa: Saponara al posto di Chiesa, Babacar per Ilicic e Olivera per Badelj, non hanno per nulla impensierito il Crotone. Sembra consolidarsi il nulla di fatto a rete inviolate, ma a pochi  minuti dal termine la solita ingenuita’ costringe il Crotone alla resa con il gol di Kalinic. Niente da fare, non e’ l’annata giusta per il Crotone in serie A.

Crotone        0

Fiorentina     1

Marcatore: Kalinic 92°

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini (Dussenne), Ferrari, Mesbah, Rohden, Barberis (Capezzi), Crisetig, Stoian, Tonev (Trotta), Falcinelli. All. Nicola

Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusanu, Astori, Gonzalo, Ilicic (Babacar), Vecino, Badelj (Olivera), Tello, Borja Valero, Kalinic, Chiesa (Saponara), Sanchez. All. Sousa)

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino

Coll. Alessandro Costanzo – Luca Mondin

Quarto giudice: Pasquale De Meo di Foggia

Add.1 Daniele Orsato – Add.2 Aleandro Di Paolo

Ammoniti: Cordaz, Gonzalo

Angoli: 5 a 3 per il Crotone

Recupero: 1 e 3 minuti

Spett. tot. 7997 € 142.391; biglietti 1.776 € 21.505; abbonati 6.221 rateo € 120.886

9 su 10 da parte di 34 recensori Serie A 29.esima giornata altra sconfitta casalinga del Crotone e questa volta veramente decisiva per la salvezza. Cordaz migliore in campo, Stoian il peggiore. Negato un rigore ai pitagorici. Colpito un palo per parte. Serie A 29.esima giornata altra sconfitta casalinga del Crotone e questa volta veramente decisiva per la salvezza. Cordaz migliore in campo, Stoian il peggiore. Negato un rigore ai pitagorici. Colpito un palo per parte. ultima modifica: 2017-03-19T18:40:14+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento