Mosca introduce un check-point tra Bryansk, Smolensk e Pskov

Vladimir Putin ha istituito un check-point nelle regioni di Bryansk, Smolensk e Pskov, per esegire controlli alla frontiera. Il confine in realtà non esiste. Russia e Bielorussia sono uno Stato Unico fratello dal 1995. Per Alexander Lukashenko i controlli “danneggeranno le relazioni bilaterali tra i due paesi”.

Minsk a luglio ha abolito i visti per i cittadini di circa 80 nazioni (Ue e USA inclusi), sebbene con forti restrizioni: per viaggi fino a 5 giorni e solo se il punto d’ingresso è l’aeroporto internazionale.

Per Putin l’abolizione dei visti tra Russia e Unione Europea è lontana dall’essere risolta. Da ciò l’istituzione dei “check-point della discordia”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Mosca introduce un check-point tra Bryansk, Smolensk e Pskov Mosca introduce un check-point tra Bryansk, Smolensk e Pskov ultima modifica: 2017-02-05T07:17:13+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento